Skip to content

Toscana – La giunta promette una proroga dei termini per l’accreditamento

E’ stata accolta la richiesta di Uneba Toscana e delle altre organizzazioni di categoria per un rinvio dell’entrata in vigore della nuova normativa sull’accreditamento delle strutture: la legge regionale 82/2009 e il relativo regolamento attuativo del 3 marzo 2010.

Uneba Toscana e le altre rappresentanze avevano presentato argomentazioni e richieste alla commissione Sanità del consiglio regionale, e con le loro posizioni s’erano detti d’accordo sia esponenti del centrosinistra che del centrodestra.

La commissione Sanità ha poi incontrato giovedì 29 luglio i rappresentanti della giunta facendosi unanime portavoce degli enti. E la giunta ha accolto le richieste, impegnandosi per “la proroga di almeno un anno del termine, previsto per il 21 settembre prossimo, per la presentazione della documentazione per l’accreditamento” e” l’insediamento di una commissione tecnica che faccia un monitoraggio degli effetti del provvedimento e che presenti le conclusioni alla Commissione, che a sua volta esprimerà orientamenti su come agire”. Qui il comunicato stampa del consiglio regionale.

“Il presidente della commissione Marco Remaschi – continua il comunicato – ha espresso grande soddisfazione per l’unanimità della richiesta e per il suo accoglimento. ‘E’ un passo importante, che dimostra – ha detto – come si possa lavorare bene e in sintonia. Come consiglieri regionali in questo caso abbiamo fatto il massimo, riuscendo a dare risposta sia agli utenti sia agli operatori, i quali devono essere messi in grado di fornire i servizi con un adeguato standard qualitativo’”.

Soddisfazione per la decisione della giunta è stata espressa anche dal vicepresidente di Uneba Toscana e vicepresidente di Uneba nazionale Carlo Alberto Orvietani.

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Papa Francesco: non abbandonate gli anziani!

“Nella vecchiaia non abbandonarmi” è il tema della IV Giornata mondiale dei nonni e degli anziani che la
Leggi di più

Master per manager del sociosanitario con Uneba Veneto e Univr

Master di primo livello in management dei servizi sociosanitari di Università di Verona e Uneba Veneto: al via
Leggi di più

Disturbi neurocognitivi, convegno Oic e Uneba Veneto

Costruire una buona prassi nella presa in carico dei disturbi cognitivi che sia condivisa tra tutti i servizi
Leggi di più

Anziani, cura, valori – Convegno Uneba a S.Giovanni Lupatoto, Verona

“Valori e valore nella cura della persona anziana – Etica e sostenibilità dei servizi, strategie di innovazione e
Leggi di più

Combinare sapore e benessere: la cucina per anziani alla Provvidenza

Mangiare bene è stare bene, la qualità dei pasti è qualità della vita. Il servizio di cucina è
Leggi di più

FVG – Retta Rsa, il contributo regionale salirà a 23,5 euro

Rette Rsa in Friuli Venezia Giulia, aumenta di 2 euro al giorno il contributo regionale per l’abbattimento della
Leggi di più

Crotone: gli enti Uneba garantiscono l’Adi, la Asp non li paga

Il servizio Adi (Assistenza domiciliare integrata) nella provincia di Crotone è vicino all’obiettivo del Pnrr di garantire prestazioni
Leggi di più

Regione Sicilia, Uneba nel Comitato per i servizi socio assistenziali

Predisporre schemi di convenzione, standard dei servizi socio assistenziali e piani di formazione del personale. Sono questi i
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care