sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba

Applicazione del contratto: tu chiedi, Uneba risponde. Ad esempio: quali sono le regole per il lavoro festivo?

Tra i molti servizi che Uneba mette a disposizione ai suoi associati c’è anche una sezione di www.uneba.org dedicata esclusivamente a loro. E’ l’area riservata, cui s’accede solo con password.

All’interno dell’area riservata si trova anzitutto un ricchissimo patrimonio di quesiti con risposta. Si tratta di domande relative all’applicazione del contratto nazionale Uneba nella vita quotidiana dell’ente, e della risposta data dagli esperti di Uneba, con i link ai riferimenti normativi quando necessari.

Il più delle volte si tratta di domande effettivamente rivolte dai nostri enti alla segreteria Uneba. Per rispetto, le pubblichiamo omettendo i riferimenti che rendono riconoscibile l’ente.

I quesiti sono centinaia, archiviati e divisi in 77 categorie a seconda dell’argomento trattato (alcuni esempi: Banca ore, Mansioni delle lavoratrici e dei lavoratori, Richiamo in servizio, Utilizzo di mezzo proprio). E’ attivo anche un motore di ricerca per trovare il quesito di proprio interesse.

La sezione viene aggiornata continuamente. E’ come avere a disposizione un servizio di consulenza.

Per chiarire ancora meglio, trovate qui un esempio di quesito con risposta, tratto dalla parte riservata.

“Una dipendente con qualifica di Educatrice professionale, 3° livello super, può essere obbligata a lavorare le domeniche e i giorni festivi?”, chiede un associato Uneba nel documento che vi alleghiamo.

Nella nostra risposta, che trovate nel medesimo documento, un’approfondita illustrazione delle regole relative al lavoro domenicale e festivo, con la normativa nazionale e quanto previsto specificatamente dal contratto Uneba in materia di lavoro domenicale festivo, retribuzione e riposo compensativo per lavoro festivo, lavoro festivo in emergenza.

L’accesso all’area riservata è possibile con nome utente e password che vengono forniti da Uneba nazionale o dalla federazione regionale di riferimento.

Qui tutte le indicazioni su come iscriversi ad Uneba.

11 Commenti presenti

  1. In data 4 aprile 2011 alle 22:20 fach ha scritto:

    buongiorno! lavoro da 13 anni per un comune attraverso una società comunale. prima, con le cooperative, ero assunta almeno a tempo determinato, ora a progetto. mi stato detto che non possono assumerci a tempo indeterminato perchè c ‘è na normativa che prevede che l assunzione a tempo indterminato si verifichi solo in caso di concorso. è vero? ordiali saluti
    ps: sono un’educatore nido

  2. In data 6 aprile 2011 alle 12:30 Segreteria Uneba ha scritto:

    Gentile signora,
    Uneba non ha competenze sul pubblico impiego, poiché rappresentiamo solo Enti privati. Sappiamo comunque che nel settore pubblico si entra al lavoro tramite concorso, ed anche che attualmente vi sono limitazioni di bilancio che possono spiegare il ricorso al lavoro a progetto.
    Suggeriamo di attingere informazioni direttamente alla fonte.
    Cordiali saluti,
    segreteria Uneba

  3. In data 7 aprile 2011 alle 08:48 Raciti Patrizia ha scritto:

    Ad un direttore responsabile di una Casa Famiglia,assunta con un 1°livello,va corrisposta un indennità di reperibilità,in busta paga esiste solo la retribuzione ordinaria.

  4. In data 22 marzo 2012 alle 08:27 Davide ha scritto:

    Buongiorno lavoro come educatore per una comunità minorile, desideravo avere informazioni sul richiamo in servizio, ovvero la domanda è obbligatorio rispondere positivamente ad una richiesta di richiamo in servizio? Inoltre quante ore è lecito affiancare pre e post notte in pronta disponibilità interna (es. 14-24+notte in p.d.+6,30-12,30)?
    Ringrazio per l’attenzione e porgo cordiali saluti.

  5. In data 20 febbraio 2013 alle 10:09 Barbara ha scritto:

    Buongiorno
    Son assunta da un’associazione onlus che si occupa di minori e disabili di Milano da 4 anni con contratto uneba come educatrice 3 liv . Ora però in collaborazione con un’ altra Coop. Ha aperto un ristorante.

    Ora vorrei aprire con altri amici un’ altra Ass. Onlus come socia . È possibile? Ho letto sul mio contratto che non posso ” trattare affari” si riferisce a qualsiasi altro lavoro? Io in questa nuova onlus mi occuperei della gestione di un locale non credo che dovrebbe interferire.. Attendo una vostra risposta. Vi ringrazio per il servizio che offrite.

  6. In data 18 febbraio 2015 alle 16:04 ARATI ENRICO ha scritto:

    essendo un operatore socio sanitario con inquadramento al livello B1 del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro Serv. Ass. UNEBA; INFORTUNATO e regolarmente indennizzato dall’INAIL, Volevo gentilmente sapere se mi spetta qualche ulteriore indennizzo per l’infortunio che mi capitato a titolo di integrazione .

    In attesa di un Vostro riscontro,

    Distinti Saluti
    Arati Enrico

  7. In data 24 febbraio 2015 alle 22:26 bisagno ha scritto:

    Gentile Enrico, nel CCNL Uneba non esiste il livello B1, quindi evidentemente si tratta di un altro contratto, riguardo al quale, come puo’ capire, non possiamo aiutarla.
    Cordiali saluti,
    segreteria Uneba

  8. In data 23 agosto 2016 alle 08:52 Sara ha scritto:

    buongiorno ho un contratto uneba firmato il 28 gennaio 2015 a tempo indeterminato come Oss in una rsa …sono in infortunio dal 15 luglio….quanto tempo ancora posso rimanere a casa senza rischiare di perdere il lavoro? premetto che ho fatto nell’anno 4 settimane di malattia…grazie mille per la risposta

  9. In data 20 settembre 2016 alle 09:40 bisagno ha scritto:

    @sara
    L’infortunio non prevede un termine di conservazione del posto. Fino a guarigione (certificata dall’Inail).
    Cordiali saluti,
    Uneba

  10. In data 4 marzo 2017 alle 00:08 @gigi ha scritto:

    Buona sera, inizio con il ringraziarvi per il servizio che svolgete, vorrei avere da voi alcune info se possibile, ho alcune domande alle quali la mia ammiinistrazione non sà (vuole) rispondere, ho un contratto uneba full time 38 ore settimanali come oss, firmato a fine novembre 2016, nel mio schema di lavoro ci sono costantemente 170 ore di lavoro mensile (invece di 152) e se faccio meno delle 170 stabilite dai turni vado sotte in banca ore, faccio notti da 9 ore di lavoro, dopo 3 mesi ancora aspetto scarpe e divisa e da quello che mi hanno detto non è consentito avere più di due settimane (scelte dal lavoratore) come ferie tra l’altro devono essere 14 giorni non consecutivi , le altre le decide il datore di lavoro arbitrariamente senza necessità di consulto con il lavoratore, oltretutto, ultimamente qualcuno all’interno della struttura ho danneggiato una delle porte, la direzione ci ha informato che tratterrà il costo della riparazione dai nostri salari, Rsa è aperta a chiunque, inclusi occasionalmente dei gruppi di bambini che settimanalmente fanno attività all’interno della residenza, volevo chiedervi se la direzione può decurtare il suddetto costo senza bisogno del consenso del lavoratore direttamente dalla busta paga, e se tutte le altre cose da me elencate sono consentite alla stessa, vi ringrazio di cuore per le risposte

  11. In data 25 luglio 2017 alle 15:27 Soufiana Traore ha scritto:

    Sono un apprendista operatore con € 1048 livello 5 volevo conoscere il mio stipendio

Scrivi un commento