“Prospettive di eccellenza nei servizi alla persona”, il convegno organizzato da Uneba Veneto giovedì 23 settembre, ha messo al centro la formazione. Ed in particolare il piano formativo svolto grazie ai finanziamenti del Fondo interprofessionale For.Te (www.fondoforte.it) dal 2009 a settembre 2010.

Qui sotto una sintesi dei risultati: cosa è stato fatto

Nel dettaglio, abbiamo svolto

  • 76 ore di Amministrazione e gestione aziendale
  • 54 ore di Informatica
  • 628 ore di Tecniche, tecnologie e metodologie per l’erogazione di servizi sanitari e sociali
  • 406 ore di Salute e sicurezza sul lavoro  (formazione obbligatoria)

Ed ecco qui i risultati dei questionari di gradimento somministrati a fine corso

Ospite del convegno è stata la direttrice del fondo For.Te Eleonora Pisicchio con cui Uneba Veneto ha approfondito alcuni temi relativi alle specificità del non profit quanto a esigenze formative: qui l’approfondimento.

 In vista del nuovo bando, in uscita a breve, Uneba Veneto ha raccolto indicazioni dai suoi associati: su quali temi vi piacerebbe che fossero organizzati interventi formativi? Quanti dipendenti sarebbero interessati? La sicurezza è la prima delle priorità, come risulta dalla slide qui sotto.

“Ma senz’altro contatteremo ulteriormente gli enti in futuro”, ha confermato il presidente di Uneba Veneto Francesco Facci.

“Cercheremo di presentare al For.Te progetti classici, ma anche progetti più sperimentali”, ha aggiunto il vicepresidente Ernesto Burattin, con riferimento particolare all’esperienza della formazione elearning, che Uneba Veneto ha avviato con la partecipazione al progetto www.sosulcera.it ed intende proseguire e pure estendere.