Skip to content

Trattative contratto Uneba – Il confronto si accentua sulle proposte di revisione contrattuale presentata da Uneba

Lunedì 21 giugno a Roma, presso la sede nazionale Uneba, l’Uneba e le Organizzazioni sindacali si sono nuovamente incontrate per proseguire le trattative per il rinnovo del CCNL.

Prima dell’incontro l’Uneba aveva trasmesso alle controparti sindacali, come da impegno assunto nell’incontro precedente, un documento completo di rivisitazione ed aggiornamento del testo del CCNL attualmente in vigore, secondo le linee guida qui presentate.

Tuttavia le organizzazioni sindacali hanno stigmatizzato, nel metodo e nel merito, l’iniziativa dell’Uneba che, a loro dire, avrebbe la pretesa di porre in discussione solo le proposte datoriali, definite tutte svantaggiose per i lavoratori, senza alcuna apparente volontà di dare invece risposte alla piattaforma unitaria presentata dalle organizzazioni sindacali, e senza apprezzare che la stessa piattaforma rappresenta una sofferta mediazione tra le diverse posizioni delle componenti sindacali.

Da parte Uneba si rigettava il carattere peggiorativo delle proposte presentate, avendo esse in parte carattere tecnico-formale, ed in parte la funzione di garantire maggiore produttività e qualità del servizio, quindi capaci di contribuire anche alla continuità ed al mantenimento dell’occupazione, a tutto vantaggio anche della forza lavoro.

Le organizzazioni sindacali hanno preannunciato di volere, a loro volta, produrre alla controparte Uneba, entro il prossimo 2 luglio, un completo articolato basato sulle proprie richieste ed aspettative, precisando tuttavia di voler focalizzare l’attenzione su alcune aree tematiche ritenute essenziali ai fini della conclusione del negoziato.

In particolare si tratta di:

1) rafforzamento e decollo del secondo livello di trattative con l’introduzione di una clausola di garanzia che “costringa” la controparte a negoziare a quel livello, garantendo in ogni caso un salario aggiuntivo

2) inserimento della tematica legata alla previdenza complementare ed assistenza sanitaria integrativa, non meglio precisandone tuttavia i contorni

3) concretizzazione della bilateralità, peraltro già presente nel CCNL, definendone concretamente l’avvio, le competenze e gli obbiettivi

4) il quantum dell’incremento salariale

5) il nuovo sistema di classificazione (sostanzialmente assimilabile a quello degli enti pubblici).

Raggiunto un accordo sul proseguimento delle trattative

Dopo una fase di forte contrapposizione tra le due tesi, si è addivenuti ad un accordo in base al quale la delegazione Uneba accettava di aprire la discussione sui primi 4 temi di cui sopra a condizione che ve ne sia la sostenibilità economica. In particolare rispetto alla bilateralità ed al welfare integrativo, condizione indispensabile è l’assenza di costi aggiuntivi per gli enti.

In maniera netta, precisa e decisa la delegazione Uneba ha dichiarato totale chiusura rispetto al tema delle classificazioni, nella convinzione dell’equità, equilibrio e correttezza dell’attuale sistema di inquadramento per livelli.

Il prossimo incontro è stato fissato per martedì 6 luglio a Bologna.

Qui il resoconto del precedente incontro Uneba-sindacati, martedì 1 giugno.

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Disturbi neurocognitivi, convegno Oic e Uneba Veneto

Costruire una buona prassi nella presa in carico dei disturbi cognitivi che sia condivisa tra tutti i servizi
Leggi di più

Anziani, cura, valori – Convegno Uneba a S.Giovanni Lupatoto, Verona

“Valori e valore nella cura della persona anziana – Etica e sostenibilità dei servizi, strategie di innovazione e
Leggi di più

Combinare sapore e benessere: la cucina per anziani alla Provvidenza

Mangiare bene è stare bene, la qualità dei pasti è qualità della vita. Il servizio di cucina è
Leggi di più

FVG – Retta Rsa, il contributo regionale salirà a 23,5 euro

Rette Rsa in Friuli Venezia Giulia, aumenta di 2 euro al giorno il contributo regionale per l’abbattimento della
Leggi di più

Crotone: gli enti Uneba garantiscono l’Adi, la Asp non li paga

Il servizio Adi (Assistenza domiciliare integrata) nella provincia di Crotone è vicino all’obiettivo del Pnrr di garantire prestazioni
Leggi di più

Regione Sicilia, Uneba nel Comitato per i servizi socio assistenziali

Predisporre schemi di convenzione, standard dei servizi socio assistenziali e piani di formazione del personale. Sono questi i
Leggi di più

Uneba: per la fragilità servono centri multiservizi e programmazione regionale

Il ruolo fondamentale del sociosanitario, ed in particolare degli enti non profit, nella servizi territoriali per le fragilità
Leggi di più

Settimana Sociale: curare i fragili è risanare la democrazia

“Al cuore della democrazia”, questo il tema della 50’ Settimana Sociale dei Cattolici in Italia svoltasi a Trieste
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care