Skip to content

Tariffe postali – Le agevolazioni al no profit non sono ancora state approvate

Non sono ancora stati stanziati i 30 milioni di euro per riportare temporaneamente ai livelli degli anni scorsi le tariffe postali per il no profit.

Dopo l’aumento introdotto dal ministero dello sviluppo economico lo scorso 30 marzo, il decreto incentivi aveva stanziato 30 milioni di euro per cancellare gli effetti dell’aumento per il 2010. Ma perché questi 30 milioni vengano effettivamente stanziati e beneficino le associazioni è necessario un ultimo passaggio burocratico. Che è atteso da tempo ma ancora non arriva. “Il decreto interministeriale che dovrebbe liberare i fondi – spiega infatti il giornale Vita è fermo da più di tre mesi sulla scrivania del ministro Tremonti”.

Nel frattempo, per limitare i danni dell’aumento di spesa postale, alcune associazioni hanno inviato alle Poste una propria autonoma proposta: chiedono cioè, spiega Vita, che a tutte le associazioni sia esteso il servizio “Postatarget Creative Sperimentale”, dal mese di agosto fino all’effettiva emanazione del decreto che sbloccherebbe i 30 milioni. Per parte loro, le Poste hanno fatto una proposta di agevolazione alle associazioni a no profit: tariffe inferiori a quelle previste dal decreto del 30 marzo, ma superiori a quelle che l’agevolazione dei 30 milioni consentirebbe.

In ogni caso, la questione riguarda solo il 2010. Nel 2011, se non ci saranno interventi del governo, le tariffe per il no profit saranno al livello più alto.

Nessun commento ancora, aggiungi il tuo qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Uneba Lombardia fa ricorso contro la delibera della Regione sul blocco rette

Uneba Lombardia ha predisposto ricorso avverso la delibera della giunta regionale della Lombardia 1513/2023,e in particolare il punto
Leggi di più

Tariffe Rsa, il no di Uneba Piemonte al Patto proposto dalla Regione

“La remunerazione tariffaria dalla Regione Piemonte proposta non è compatibile né tantomeno sufficiente per garantire un modello di
Leggi di più

Samaritanus Care: ecco come gli enti Uneba possono trovare infermieri

Da lunedì 4 marzo 2024 gli enti associati Uneba e gli enti associati Aris hanno una nuova opportunità,
Leggi di più

“Perche’ sono in Rsa?” – Bugie e verità, corso gratuito con Uneba Varese

“Perché sono qui in Rsa? – chiede l’anziana accolta da poco –  Quanto tempo devo rimanere? Che malattie
Leggi di più

Nasce l’Osservatorio Cure Palliative con Uneba Lombardia

Nasce l’Osservatorio Cure Palliative. Ne sono fondatori Liuc Business School, Federazione Cure Palliative ed Uneba Lombardia Obbiettivo dell’Osservatorio
Leggi di più

Progetto di vita individuale per persone con disabilità – Corso Anffas

Ha il patrocinio di Uneba Veneto il corso di formazione gratuito “La progettazione individuale, personalizzata e partecipata per
Leggi di più

Il ricordo e la memoria nei percorsi dell’invecchiamento – Convegno

Sollecitare gli operatori che lavorano nei centri servizi per anziani a costruire percorsi di stimolo del ricordo e
Leggi di più

Don Gnocchi, Barbante confermato presidente

Don Vincenzo Barbante è stato riconfermato alla presidenza della Fondazione Don Gnocchi, ente associato Uneba, per il triennio
Leggi di più

Sponsor