Ritornano le tariffe postali ridotte per il non profit.

Dopo l’approvazione della Camera, anche il Senato ha approvato il decreto incentivi, che quindi è diventato legge. Qui il testo.

Tra le modifiche al decreto inserite al momento della conversione in legge c’è anche la previsione che alcune delle maggiori entrate previste possano essere dirette a ridurre le tariffe postali “a favore dei soggetti di cui all’articolo 1, comma 2, del citato decreto-legge 24 dicembre 2003, n. 353, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2004, n° 46”.

Per la riduzione serve un decreto del ministro dello sviluppo economico e, si precisa, “in ogni caso la tariffa agevolata non deve essere superiore al 50 per cento della tariffa ordinaria”. Se però, precisa la legge, accade che “l’andamento della spesa sia tale da determinare un possibile superamento della spesa autorizzata, con decreto adottato con le modalità indicate al presente comma è stabilita la sospensione o la riduzione dell’agevolazione”.

Lo stanziamento per la riduzione delle tariffe postali per il non profit nel 2010 è di 30 milioni di euro.

La reintroduzione delle tariffe postali agevolate per il non profit è frutto anche del movimento di protesta suscitato dalla loro abolizione sancita da decreto del ministro dello sviluppo economico del 30 marzo 2010.

Anche Uneba ha sottoscritto la petizione per il ripristino delle tariffe agevolate preparata dal settimanale Vita.