Pubblichiamo qui di seguito comunicato stampa di Uneba Napoli di lunedì 31 maggio.

Qui l’ultimo aggiornamento sulla situazione dei mancati e ritardati pagamenti del Comune di Napoli agli enti associati Uneba Campania che si occupano dell’accoglienza giornaliera dei minori in città.

Alessandra Mussolini devolve la sua indennità di consigliere regionale della Campania ai minori a rischio di Napoli

“Devolverò la prima indennità ai bimbi più disagiati di Napoli visto che sia la passata gestione della Regione che il Comune di Napoli ci hanno fregato sullecase-famiglia e sui semiconvitti".

Questo è quanto aveva affermato la presidente della Commissione bicamerale per l’infanzia e l’adolescenza on. Alessandra Mussolini; ed è stata di parola!

Il presidente dell’Uneba di Napoli, Lucio Pirillo esprime il suo ringraziamento all’on Alessandra Mussolini che ha voluto aiutare i bambini di Napoli con un gesto simbolico, ma concreto ed efficace, devolvendo la sua indennità di consigliere regionale ad alcune strutture di minori a rischio nella città di Napoli.

Sono stati donati circa cinquemila euro all’Opera Don Guanella di Napoli ed all’Istituto Corrado Ursi per aiutare i bambini più disagiati di due quartieri difficili della città.

Il presidente Pirillo ritiene che questo gesto sia politicamente rilevante in un momento nel quale si richiedono grossi sacrifici a tutti gli italiani.

“E’un modo per riavvicinare la politica ai cittadini! Magari questo gesto fosse preso ad esempio!”

“A Napoli poi – afferma Pirillo – dopo le note vicissitudini che vivono i centri-socio-educativi, e le case-famiglia, che ancora attendono il rispetto dell’atto deliberativo regionale, la scelta della Presidente della Commissione Bicamerale per l’Infanzia, on. Mussolini, assume anche il significato di sottolineare alla nuova Giunta regionale che si sta insediando l’importanza di non sottovalutare il problema dei minori a Napoli e nell’intera Regione Campania”.