Skip to content

Uneba ai sindacati: moratoria salariale nel 2010

Lunedì 30 novembre Uneba ha incontrato i sindacati prospettando loro la situazione difficile degli enti sui quali si concentra, in una situazione di crisi economica generale che nel settore continua a produrre i suoi effetti, tutta l’onerosità salariale che ha avuto progressivo dispiegamento nel 2009, con l’aggiunta di un nuovo incremento concordato per febbraio 2010, sia pure concordemente condizionato ad una verifica congiunta di compatibilità.

A ciò si aggiunge, sempre a detta di Uneba, il problema delle erogazioni ad opera degli enti pubblici territoriali a fronte dei servizi resi dagli enti alla collettività in regime di convenzione: blocchi delle quote sanitarie, arretramenti, tagli della capacità ricettiva convenzionata ecc. Sono state anche denunciate situazioni patologiche conclamate, come quelle di Napoli, in cui l’ente pubblico è addirittura inadempiente nei confronti degli operatori sociali persino rispetto ad obbligazioni pregresse, il che rischia di rendere impossibile la prosecuzione del servizio assistenziale e di ricacciare gli assistiti nella marginalità sociale.

La proposta di Uneba è stata quindi di posticipare al 2011 la tranche salariale scadente nel prossimo anno.

Le organizzazioni sindacali non hanno accettato una soluzione generalizzata su tutto il territorio, chiedendo di entrare nel merito delle specifiche situazioni regionali. Su tale tema l’Uneba si è riservata di fare al suo interno un ulteriore approfondimento e nella certezza delle sue posizioni ha invitato anche le organizzazioni sindacali ad accertare quanto prospettato nell’incontro. A tal fine le parti si incontreranno di nuovo entro l’anno allo scopo di pervenire ad una moratoria consensuale limitatamente alle obiettive situazioni di maggiore problematicità.

Qui la relazione sull’incontro diramata dalla Cisl Fps.

 

2 Comments

  1. Spett. Uneba

    desidedravo avere un’idea relativa alla possibile situazione della regione lombardia rispetto a tale argomento.
    Ritengo che, fortunatamente a differenza delle condizioni su citate per la realtà campana, la nostra regione sia in generale adempiente e dunque non crei difficoltà all’onorare gli incrementi salariali già previsti e per altro concordati con amplio ritardo.
    Inoltre dato che questi si riferiscono al 2006/2009 chiedo se si ha idea di quando inizieranno le trattative per il rinnovo del successivo quadriennio.

    In attesa di vostra cortese risposta
    porgo cordiali saluti
    Dott. Maurizio Parolin

  2. @parolin. Abbiamo trasmesso la sua richiesta ad Uneba Lombardia. Grazie, e buon Natale.


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Disturbi neurocognitivi, convegno Oic e Uneba Veneto

Costruire una buona prassi nella presa in carico dei disturbi cognitivi che sia condivisa tra tutti i servizi
Leggi di più

Anziani, cura, valori – Convegno Uneba a S.Giovanni Lupatoto, Verona

“Valori e valore nella cura della persona anziana – Etica e sostenibilità dei servizi, strategie di innovazione e
Leggi di più

Combinare sapore e benessere: la cucina per anziani alla Provvidenza

Mangiare bene è stare bene, la qualità dei pasti è qualità della vita. Il servizio di cucina è
Leggi di più

FVG – Retta Rsa, il contributo regionale salirà a 23,5 euro

Rette Rsa in Friuli Venezia Giulia, aumenta di 2 euro al giorno il contributo regionale per l’abbattimento della
Leggi di più

Crotone: gli enti Uneba garantiscono l’Adi, la Asp non li paga

Il servizio Adi (Assistenza domiciliare integrata) nella provincia di Crotone è vicino all’obiettivo del Pnrr di garantire prestazioni
Leggi di più

Regione Sicilia, Uneba nel Comitato per i servizi socio assistenziali

Predisporre schemi di convenzione, standard dei servizi socio assistenziali e piani di formazione del personale. Sono questi i
Leggi di più

Uneba: per la fragilità servono centri multiservizi e programmazione regionale

Il ruolo fondamentale del sociosanitario, ed in particolare degli enti non profit, nella servizi territoriali per le fragilità
Leggi di più

Settimana Sociale: curare i fragili è risanare la democrazia

“Al cuore della democrazia”, questo il tema della 50’ Settimana Sociale dei Cattolici in Italia svoltasi a Trieste
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care