Skip to content

Sociosanitario – Senza nuovi medici e infermieri, le strutture previste dal PNRR sono solo scatole vuote

COMUNICATO STAMPA

PNRR OCCASIONE PERDUTA PER LA SANITÀ

Senza investire in personale le strutture sanitarie sono scatole vuote

Roma, 4 maggio 2022. Le sigle dell’intero sistema socio sanitario italiano lanciano in modo unitario un grido di allarme e preoccupazione: il Piano di Ripresa e Resilienza è un’occasione perduta per la sanità italiana. “Gli investimenti previsti nella Missione Salute del PNRR – denunciano in una conferenza stampa – non sono accompagnati da alcuna programmazione di spesa e strategia complessiva, mancano finanziamenti per l’assunzione di nuovo personale e per la riorganizzazione del settore della prevenzione. Se ci si limita a nuovi investimenti immobiliari le nuove strutture rischiano di rimanere scatole vuote”.

A rilevare la gravità della situazione questa mattina i vertici di ACOP – Associazione Coordinamento Ospedalità Privata, AGeSPI Lombardia – Associazione Gestori Servizi sociosanitari e cure Post Intensive, ANASTE – Associazione Nazionale Strutture Territoriali e per la Terza età, ANSDIPP – Associazione Nazionale dei Manager del Sociale e del Sociosanitario, ARIS – Associazione Religiosa Istituti Socio Sanitari, CONFAPI Sanità – Confederazione Italiana della piccola e media Industria, Legacoopsociali, UNEBA – Unione Nazionale Istituzioni e Iniziative di Assistenza Sociale.

Per le associazioni di operatori sanitari “gli 8 miliardi del PNRR – che sommati ad altre forme di finanziamento portano la Missione Salute ad avere a disposizione, nel quinquennio 2022-2026, oltre 23 miliardi – non sono destinati alla prima grande emergenza del mondo sanitario: nuovi medici, infermieri, personale tecnico-amministrativo. Senza personale qualificato, per il quale non è prevista alcuna azione, c’è il rischio di creare cattedrali nel deserto”. Inoltre – secondo i promotori della conferenza stampa “non ci sono fondi per la riorganizzazione del settore della prevenzione, il più importante in termini di garanzia della salute dei cittadini sotto il profilo della diagnosi precoce delle patologie”.

“Negli ultimi dieci anni – afferma Michele Vietti, Presidente ACOP, Associazione Coordinamento Ospedalità Privata – abbiamo assistito a tagli per 33.000 posti letto, l’annullamento del relativo personale ospedaliero e una riduzione di 37 miliardi di spesa in sanità”. “Per garantire a tutti i cittadini italiani, in tutte le Regioni, pari accesso a cure e prestazioni – conclude Vietti – lanciamo un appello al Governo e al Ministro della Salute affinché coinvolgano il settore privato con lo scopo di elaborare una strategia comune per attuare le riforme dei modelli di salute previsti e garantiti dalla Costituzione. Non possiamo perdere la grande occasione offerta dal PNRR di ridisegnare la sanità del nostro Paese in chiave moderna, di prossimità e di attenzione verso chi necessita di cure”.

**

Nel suo intervento alla conferenza stampa, il segretario nazionale Uneba Alessandro Baccelli ha ribadito che non è urgente la costruzione di nuove strutture, bensì avere una maggiore attenzione alle grosse difficoltà che si incontrano nella gestione attuale dovendo mantenere degli standard di qualità.
Uneba – rappresenta tutte quelle realtà che soffrono in maniera pesante questa mancata attenzione, come già evidenziato nell’appello  interassociativo: senza interventi rapidi, il settore rischia il collasso.

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Concorso di cucina per Rsa: vince San Vito al Tagliamento, associata Uneba

La Rsa con la cucina migliore è l’associato Uneba Friuli Venezia Giulia Casa di riposo “Parrocchia Ss. Vito
Leggi di più

Exposanità – Stand di Uneba

Uneba è presente a Exposanità allo stand A40 del Padiglione 32. Un particolare ringraziamento a chi ha contribuito
Leggi di più

Risk management nel sociosanitario – Voci dal convegno di Bereguardo

Riceviamo e pubblichiamo da Uneba Pavia sintesi del convegno “Il risk management nell’evoluzione del sistema sociosanitario”, patrocinato da
Leggi di più

Minori – Convegno Uneba a Napoli il 14 e 15 giugno 2024

“Il futuro delle giovani generazioni – Le sfide nel lavoro educativo e di cura” è il titolo del
Leggi di più

Exposanità – Convegno sull’assistenza territoriale con Uneba

All’interno di Exposanità – “Ci sta a cuore chi cura” 23esima edizione della manifestazione internazionale al servizio della
Leggi di più

Record di centenari da Guinness – Il 4 maggio il tentativo a Padova

Sabato 4 maggio 2024 alla Civitas Vitae di  Padova il più grande raduno di centenari al mondo, da registrare
Leggi di più

Convegno nazionale di Pastorale della Salute con Uneba

Si svolge a Verona dal 7 al 15 maggio il XXV  convegno nazionale della Pastorale della Salute della
Leggi di più

Forum Non Autosufficienza 2024 a Milano con Uneba

Uneba, con le sue proposte e i suoi esperti, è protagonista al Forum della Non Autosufficienza  e dell’autonomia
Leggi di più

Sponsor