Ecco il commento di Uneba nazionale, con il suo presidente Franco Massi, alle nuove modalità di visita alle strutture sociosanitarie, socioassistenziali e di riabilitazione.

“Esprimiamo il nostro apprezzamento per le nuove modalità di accesso alle strutture per persone fragili approvate dal Ministero della Salute sulla base delle indicazioni delle Regioni.

Ci fa piacere che Ministero e Regioni abbiano ascoltato anche le richieste che nel tempo Uneba, dando voce ai suoi enti associati, aveva presentato: apertura alle visite sulla base di regole precise che garantiscono sicurezza, ambienti adeguati e di preferenza all’aperto, certificazione di vaccinazione, guarigione o tampone per i famigliari.

Ci fa piacere pure che il documento sulle nuove modalità, in apertura, riconosca gli sforzi e gli investimenti fatti dagli enti per proteggere dal Covid, e i risultati raggiunti: copertura vaccinale di ospiti e personale, netto calo della mortalità nelle strutture, anche se ogni decesso resta, per noi, una ferita.

Con queste nuove modalità approvate da Ministero e Regioni si pone termine, finalmente alle attese delle donne e degli uomini fragili, anziani o con disabilità, accolti; alle attese dei famigliari, che ringraziamo per la pazienza; alle attese del personale e degli enti nel complesso: la collaborazione con i famigliari degli ospiti è un pilastro di ogni progetto educativo per il benessere psicofisico dei nostri ospiti”.