Skip to content

Lombardia – Rette differenziate secondo il reddito nel futuro delle case di riposo lombarde

Case di riposo con rette differenti a seconda del reddito dell’ospite e dei servizi che la struttura offre. Una radicale modifica quindi nel sistema di compartecipazione alla spesa per i 57 mila ospiti delle case di riposo lombarde.

E’ questa la prospettiva per le strutture accreditate della Regione Lombardia secondo l’assessore regionale a famiglia, integrazione e solidarietà sociale Giulio Boscagli.

“Questa è molto più che una proposta. Abbiamo messo nel Piano socio sanitario che discuteremo il prossimo settembre una serie di modifiche dell’attuale sistema del pagamento delle rette”, dichiara Boscagli a Giulia Guerri de Il Giornale.

«Con la manovra finanziaria e con i tagli previsti dal governo, le risorse sono destinate a ridursi – continua l’assessore – e diventa quindi necessario fare una riflessione per vedere altri modi di intervento».

"È evidente – aveva in precedenza dichiarato sullo stesso tema Boscagli a Repubblica – che chi offre servizi di "alta complessità medica" avrà diritto ad avere di più".

BOSCAGLI SU SENTENZE TAR: AUSPICHIAMO NORMATIVA NAZIONALE

L’assessore Boscagli è intervenuto anche riguardo alle sentenze dei Tar della Lombardia che hanno affermato il principio che i Comuni non possono far pagare le spese dell’assistenza alle persone non autosufficienti ai famigliari considerando il reddito complessivo della famiglia anziché quello della singola persona assistita. "La Regione – ha dichiarato l’assessore – sostiene la metà della spesa e certamente la differenza non la possiamo mettere noi. In questo caso la questione ricade sui comuni, ma non c’è una normativa vincolante a livello nazionale. È chiaro che speriamo che ci sia una determinazione a livello nazionale. C’è una disponibilità a lavorare. Ma è difficile immaginare che cambiando il sistema delle rette, il costo del servizio diminuisca".

1 Comment

  1. Buongiorno… chissà forse c’è uno spiraglio che le normative vengano fatte davvero con l’esigenza del settore
    Voglio dire esistono alberghi da una a cinque stelle ed ognuno scieglie in base alle proprie disponibilità … non vedo perchè le case di riposo devono solo essere a 5 stelle , tagliando fuori cosi’ una moltitudine di anziani che ne usufruirebbero volentieri


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Anziani, cura, valori – Convegno Uneba a S.Giovanni Lupatoto, Verona

“Valori e valore nella cura della persona anziana – Etica e sostenibilità dei servizi, strategie di innovazione e
Leggi di più

Management del sociosanitario cattolico, corso Lumsa con Uneba

Al via venerdì 11 ottobre 2024  a Roma il Corso di formazione in “Management dei servizi sociali e
Leggi di più

Imu enti non commerciali: scadenza domenica 30 giugno 2024

Il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 24 aprile 2024 ha confermato l’obbligo dell’invio della dichiarazione
Leggi di più

Gentilezza verso gli anziani – Vince Fondazione Germani, associato Uneba Lombardia

Che volto ha le gentilezza nel nucleo Alzheimer di una Rsa? “Amare il prossimo, educazione, saper ascoltare, sorriso,
Leggi di più

Enti per minori: Uneba propone di costruire coordinamenti nelle regioni

“Ci lasciamo con l’impegno a cominciare a costruire nelle Regioni i coordinamenti, e poi un coordinamento nazionale”. Così
Leggi di più

Uneba lancia un’alleanza tra gli enti per il benessere di bambini e ragazzi

Creare un coordinamento degli enti per bambini e ragazzi in Campania, e poi in tutta Italia, per condividere
Leggi di più

Il convegno Uneba di Napoli su Avvenire

L’efficace azione dei centri diurni Uneba a Napoli; l’attenzione alle cura e  al rispetto del Centro Giovani di
Leggi di più

Le nuove Linee di indirizzo per le Comunità per i Minorenni

Sono le Linee di Indirizzo per l’accoglienza nei servizi residenziali per i Minorenni il cuore dell’intervento di Gianni
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care