Skip to content

Lazio – Ticket disabili, il Pd contesta ma il ministro Fazio non fa marcia indietro

Le deputate del Partito Democratico Livia Turco ed Ileana Argentin hanno presentato al ministro della salute Ferruccio Fazio un’interrogazione “sulle iniziative per la revoca del decreto del commissario ad acta per l’attuazione del piano di rientro dai disavanzi sanitari della Regione Lazio, che prevede un ticket sui trattamenti di mantenimento a favore dei disabili”. Quindi chiedendo di fatto la revoca di questo ticket, che ammonta al 30% della retta quotidiana ed è stato stabilito dal decreto commissariale 95 del 29 dicembre 2009 del commissario per l’emergenza sanità nel Lazio Elio Guzzanti. Il ticket entra in vigore dal 30 aprile.

Un chiaro no alla revoca del ticket è arrivato dal ministro Fazio, che ha così spiegato: “Esiste una normativa nazionale, che si riferisce al Dpcm sui Lea del 29 novembre 2001, che prevede che una quota della retta corriposta alle strutture residenziali e semi residenziali sia posta a carico delle Regioni, e l’altra a carico dei Comuni o dell’assistito se è al di sopra di un certo reddito. Il Lazio è l’ultima delle regioni italiane che non ha applicato questa normativa”.

Insoddisfatte, come prevedibile, le interroganti. Secondo Argentin “è una situazione vergognosa, anche perché il costo aggiuntivo di ogni famiglia per questi disabili si aggira intorno ai mille euro”. Secondo Turco “non è vero che quel Dpcm impone un ticket sulle famiglie, ma semmai chiede un’assunzione di responsabilità da parte dei Comuni. E non è vero che tra tutte le regioni italiane, il Lazio sarebbe l’ultima a farebbe pagare un ticket così pesante. La Regione e il commissario avevano la responsabilità di costituire un tavolo tecnico chiamando in causa il Comune, ma gli ultimi che devono pagare rette così pesanti, che non esistono da altre parti d’Italia, sono le famiglie”.

Qui il testo dell’interrogazione e il resoconto del dibattito alla Camera al riguardo.

Qui l’articolo completo da cui abbiamo tratto questa sintesi.

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Disturbi neurocognitivi, convegno Oic e Uneba Veneto

Costruire una buona prassi nella presa in carico dei disturbi cognitivi che sia condivisa tra tutti i servizi
Leggi di più

Anziani, cura, valori – Convegno Uneba a S.Giovanni Lupatoto, Verona

“Valori e valore nella cura della persona anziana – Etica e sostenibilità dei servizi, strategie di innovazione e
Leggi di più

Combinare sapore e benessere: la cucina per anziani alla Provvidenza

Mangiare bene è stare bene, la qualità dei pasti è qualità della vita. Il servizio di cucina è
Leggi di più

FVG – Retta Rsa, il contributo regionale salirà a 23,5 euro

Rette Rsa in Friuli Venezia Giulia, aumenta di 2 euro al giorno il contributo regionale per l’abbattimento della
Leggi di più

Crotone: gli enti Uneba garantiscono l’Adi, la Asp non li paga

Il servizio Adi (Assistenza domiciliare integrata) nella provincia di Crotone è vicino all’obiettivo del Pnrr di garantire prestazioni
Leggi di più

Regione Sicilia, Uneba nel Comitato per i servizi socio assistenziali

Predisporre schemi di convenzione, standard dei servizi socio assistenziali e piani di formazione del personale. Sono questi i
Leggi di più

Uneba: per la fragilità servono centri multiservizi e programmazione regionale

Il ruolo fondamentale del sociosanitario, ed in particolare degli enti non profit, nella servizi territoriali per le fragilità
Leggi di più

Settimana Sociale: curare i fragili è risanare la democrazia

“Al cuore della democrazia”, questo il tema della 50’ Settimana Sociale dei Cattolici in Italia svoltasi a Trieste
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care