Nella valutazione della qualità della vita dell’anziano  che vive in struttura residenziale mancano indicatori che prendano in considerazione il punto di vista soggettivo dell’anziano e al contempo forniscano informazioni per il miglioramento rispetto ad un contesto di riferiment0: per colmare questa lacuna è stato sviluppato lo strumento Quality VIA presentato il 21 maggio 2019 al convegno di Opera Immacolata Concezione Onlus con Uneba Veneto.

E misurare la qualità di vita nell’invecchiamento è ancora più importante in questa fase storica della “rivoluzione grigia”, in cui in Italia vivono 13,5 milioni di anziani over 65.

Sul tema, ecco le slide di Rossana De Beni dell’Università di Padova , presidente della Società Italiana di Psicologia dell’Invecchiamento