Da febbraio 2020 Uneba ha avviato un nuovo servizio per i suoi associati: SAIL, acronimo di Servizio Assistenza Informazione Lavoro.

E’ un servizio di consulenza via email sull’applicazione del contratto di lavoro Uneba (il ccnl 2017-2019, che si applica dal 1 gennaio 2020) e sulle sue implicazioni relative ai rapporti di lavoro negli enti Uneba.

Sono 418 i quesiti ricevuti dagli enti associati Uneba: e tutte e 418 hanno ricevuto risposta: più di 40 risposte al mese, molto più di una al giorno, domeniche e feste incluse.

Di queste 418 risposte:

  • 343 sono state inviate direttamente a chi aveva posto il quesito
  • 75, ritenute di utilità generale, sono state pubblicate – togliendo il riferimento diretto agli enti – anche sul sito Uneba

“Il servizio SAIL – spiegano i curatori, che scrivono materialmente ogni risposta-, è stato di supporto agli Enti associati con la propria attività impegnandosi anche su temi ed argomenti direttamente ed indirettamente connessi al CCNL nonché riconducibili all’evento pandemico ed emergenziale che ha visto il susseguirsi di interventi normativi (…). Abbiamo cercato di essere sempre puntuali e tempestivi nelle risposte principalmente per far sentire la presenza di Uneba in un momento così straordinario e complesso”.

Chi  può rivolgersi al servizio Sail?

  • Gli enti associati Uneba, che hanno diritto a questo servizio a fronte della loro quota di iscrizione. O, eventualmente, enti che intendono associarsi a Uneba.
  • I dipendenti di enti Uneba con necessità di chiarimenti possono, invece, rivolgersi ai loro datori di lavoro, ed eventualmente sarann questi ultimi a contattare Sail.

Come fare una domanda al servizio Sail?

  • Scrivendo a sail@uneba.org per esporre, con precisione, il proprio quesito. La email sail@uneba.org è l’unico canale ufficiale per i quesiti sul contratto Uneba.
  • Uneba non può garantire di rispondere ai commenti lasciati in calce alle notizie sul sito. Ad avere la priorità, in ogni caso, sono gli enti associati Uneba