Fino alle 13 del 24 marzo possono presentare richiesta di contributo a fondo perduto alla Regione Veneto le strutture private autorizzate che erogano servizi semiresidenziali per anziani non autosufficienti (ad esempio i centri diurni) e le comunità religiose che accolgono religiosi anziani non autosufficienti. Qui tutte le indicazioni, e la documentazione di riferimento.

Qui l’elenco degli enti che possono fare richiesta di contributo, tra cui vari enti associati Uneba Veneto

I contributi sono assegnati in base alla dgr 205/2021, all’interno del progetto Prendiamoci Cura, finanziato dal Fondo Sociale Europeo. Già precedenti provvedimenti avevano sostenuto le strutture residenziali: ora, invece, il sostegno è diretto anzitutto ai centri diurni, che hanno subito una pesante riduzione di attività a causa della pandemia. (Durante il lockdown 2020, ad esempio, i centri diurni chiusero).

La stessa dgr 205 spiega che il fabbisogno complessivo degli interventi è di 1,9 milioni.

La Regione si riserva di integrare successivamente l’elenco degli enti che possono chiedere un contributo.