La Regione Friuli Venezia Giulia ha approvato definitivamente con delibera 1446 del 24.06.2009 il "Piano regionale di azione per la tutela dei minori nel sistema integrato dei servizi".

A riguardo il consiglio regionale dell’Uneba Friuli Venezia Giulia ha già espresso le sue perplessità riguardo alcuni aspetti: soprattutto in merito ai profili professionali richiesti e alle ricadute sull’attuale sistema delle reti a sostegno dei minori.

Si attende per ulteriori valutazioni l’esito della ricognizione in atto presso le strutture regionali per i minori che ha coinvolto già alcuni enti aderenti all’Uneba.

Il Piano ha tre parti: nella prima si indicano i principi e i riferimenti legislativi, nella seconda le finalità del piano, nell’ultima obbiettivi ed indicazioni metodologiche per le aree di intervento che il governo regionale considera prioritarie, cioè:

  • minori fuori famiglia che sono adottati o in affido o vivono in comunità
  • minori stranieri non accompagnati
  • minori coinvolti in problematiche di maltrattamento o abuso

Per ciascuna di queste tre aree la Regione emanerà in seguito linee guida procedurali, concertate con gli operatori del settore.