Dovrebbe essere approvata nei prossimi giorni dalla giunta regionale della Toscana la proroga del termine per la presentazione della documentazione per l’accreditamento.

A fronte delle voci sul possibile rifiuto da parte di alcuni assessorati di approvare la proroga, Uneba Toscana ed altre associazioni di categoria hanno promosso un’azione congiunta per ricordare al governo regionale le ragioni della loro richiesta di differimento dei termini e gli impegni presi. Lo hanno fatto anche attraverso alcuni incontri avuti in questi giorni, in particolare con la commissione Sanità del consiglio regionale toscano, ma pure con presidente regionale e assessore alla sanità.

Il termine per l’entrata in vigore della nuova normativa sull’accreditamento era stato inizialmente fissato, attraverso la legge regionale 82/09 e il regolamento attuativo del 3 marzo 2010, per il 21 settembre. Uneba Toscana e altre organizzazioni avevano fatto richiesta di una proroga presso la commissione Sanità, trovando appoggio sia nella maggioranza che nella minoranza. La commissione, a sua volta, s’era fatta unanime portavoce di questo punto di vista con la giunta presieduta da Enrico Rossi. In quell’occasione, come spiegava il comunicato stampa del consiglio regionale, i rappresentanti della giunta “si erano impegnati con la Commissione ad apportare le modifiche richieste alla normativa entro la fine di agosto, in modo che il Consiglio le potesse approvare nella prima seduta di settembre”.