Skip to content

Tanti alla materna, pochi al nido: l’Italia e i servizi per l’infanzia

L’Istituto di ricerca Innocenti dell’Unicef ha realizzato “Come cambia la cura dell’infanzia” uno studio sui servizi di cura per la prima infanzia (0-6 anni) in paesi economicamente avanzati (quelli dell’Ocse)

  • qui la presentazione dello studio
  • qui lo studio
  • qui la sintesi dei dati sull’Italia.

Alcuni dati

L’Italia…

  • è al penultimo posto per numero di bambini con meno di 3 anni che frequenta una struttura educativa e di assistenza (asilo nido etc.): sono meno del 10%, mentre in Danimarca si arriva al 60%. Tuttavia il tasso di occupazione delle donne che hanno un figlio con meno di 3 anni è maggiore o uguale, in Italia, rispetto ad altri paesi in cui piu’ bambini frequentano nidi o strutture simili
  • è al primo posto per bambini di 4 anni che frequentano una struttura: sono quasi il 100%; sfiora il 100% anche la percentuale di iscrizione prescolare di bambini tra 3 e 6 anni

Quattro su dieci

Dei 10 parametri fissati dall’istituto di ricerca Unicef per valutare i servizi per l’infanzia complessivamente esistenti in un Paese, l’Italia ne soddisfa 4:

  • un Piano nazionale che dia priorità alle persone svantaggiate
  • servizi educativi per l’infanzia finanziati e qualificati per almeno l’80% dei bambini di 4 anni
  • formazione dell’80% di tutto il personale di assistenza all’infanzia;
  • 50% del personale dei servizi educativi per l’infanzia qualificati con istruzione di livello universitario e relative qualifich

Sei sono invece i parametri che l’Italia non soddisfa:

  • diritto a un congedo parentale di almeno 1 anno al 50% di stipendio per uno dei genitori
  • servizi di assistenza all’infanzia finanziati e regolamentati per il 25% dei bambini sotto i 3 anni
  • almeno 1 operatore ogni 15 bambini nell’istruzione prescolare
  • 1% del Pil speso per i servizi alla prima infanzia. L’Italia è invece allo 0,5%; la media dei paesi Ocse è 0,7%. La spesa italiana è concentrata molto di più sull’istruzione prescolare (scuole materne etc) che sull’assistenza per l’infanzia. La prima è circa cinque volte la seconda. In Francia, ad esempio, le due quote di equivalgono; nei paesi scandinavi si spende di più per l’assistenza all’infanzia.
  • povertà infantile sotto il 10%
  • copertura quasi universale ai servizi sanitari di base: meno di 4 morti su 1000 bambini nati (4,7 in Italia), meno del 6% di bambini nati sottopeso (siamo al 6,7%), 95% dei bambini tra 12 e 23 mesi vaccinati (siamo al 93,3%) con le tre vaccinazioni standard

Nessun commento ancora, aggiungi il tuo qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Uneba Lombardia fa ricorso contro la delibera della Regione sul blocco rette

Uneba Lombardia ha predisposto ricorso avverso la delibera della giunta regionale della Lombardia 1513/2023,e in particolare il punto
Leggi di più

Tariffe Rsa, il no di Uneba Piemonte al Patto proposto dalla Regione

“La remunerazione tariffaria dalla Regione Piemonte proposta non è compatibile né tantomeno sufficiente per garantire un modello di
Leggi di più

Samaritanus Care: ecco come gli enti Uneba possono trovare infermieri

Da lunedì 4 marzo 2024 gli enti associati Uneba e gli enti associati Aris hanno una nuova opportunità,
Leggi di più

“Perche’ sono in Rsa?” – Bugie e verità, corso gratuito con Uneba Varese

“Perché sono qui in Rsa? – chiede l’anziana accolta da poco –  Quanto tempo devo rimanere? Che malattie
Leggi di più

Nasce l’Osservatorio Cure Palliative con Uneba Lombardia

Nasce l’Osservatorio Cure Palliative. Ne sono fondatori Liuc Business School, Federazione Cure Palliative ed Uneba Lombardia Obbiettivo dell’Osservatorio
Leggi di più

Progetto di vita individuale per persone con disabilità – Corso Anffas

Ha il patrocinio di Uneba Veneto il corso di formazione gratuito “La progettazione individuale, personalizzata e partecipata per
Leggi di più

Il ricordo e la memoria nei percorsi dell’invecchiamento – Convegno

Sollecitare gli operatori che lavorano nei centri servizi per anziani a costruire percorsi di stimolo del ricordo e
Leggi di più

Don Gnocchi, Barbante confermato presidente

Don Vincenzo Barbante è stato riconfermato alla presidenza della Fondazione Don Gnocchi, ente associato Uneba, per il triennio
Leggi di più

Sponsor