Skip to content

Uneba Sicilia: l’assistenza ad anziani e fragili non può aspettare

Sicilia: l’assistenza alle persone fragili non può aspettare – Intervento del presidente Uneba Sicilia Santo Nicosia

Non possono esserci questioni più importanti della cura degli anziani e dei fragili. Ben vengano tavoli tecnici, pianificazioni, analisi; ma devono essere strumenti per raggiungere l’obiettivo, non – come invece accade – operazioni più di facciata che altro, per rinviare la risoluzione del problema. La denuncia delle scorse settimane, a opera di enti assistenziali, sindacati e cooperative, si è scontrata con il muro di gomma dell’immobilismo regionale. A oggi, continua a consumarsi il consueto scaricabarile tra i due assessorati coinvolti, quello alla Salute e quello alla Famiglia.
Le criticità delle persone fragili, che dipendono dalla gestione della salute e della cura della persona, “lavorano” in servizio permanente effettivo; non vanno in ferie, non dormono e non si concedono pause di sorta.
È sempre più evidente che la Regione Siciliana non voglia occuparsi di chi ha bisogno, di chi non chiede altro, se non di poter sopravvivere con un minimo di dignità, di conforto e di assistenza.
L’ultimo report della Fondazione Gimbe, sullo stato di salute del Servizio Sanitario Nazionale, ci restituisce il quadro di una Sicilia che arranca.

Dal monitoraggio dei LEA (Livelli Essenziali di Assistenza) emerge che l’Isola non riesce, infatti, a garantire livelli adeguati di cure e assistenza.
Il numero degli accessi, considerati anche i decessi, nei pronto soccorso siciliani, delle ultime due settimane, fanno registrare, complici anche le temperature da record, un aumento del 34 per cento, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Sarebbe ingenuo pensare che l’introduzione dei servizi di lungo-assistenza per i soggetti fragili possa incidere significativamente, perlomeno nel breve periodo, sul sovraccarico dei pronto soccorso; ma, di certo, ridurrebbe, in tempi estremamente brevi, la domanda di degenza, liberando posti letto e, non ultimo, risorse economiche.

E, allora, la domanda è sempre la stessa: si tratta solo di incapacità organizzativa, scarso interesse oppure c’è dell’altro?
Non è nostra abitudine insinuare, adombrare motivazioni opache. Tuttavia, sappiamo che “a pensar male, si fa peccato; ma, talvolta, ci si azzecca”.

Il Presidente Uneba Sicilia
Santo Nicosia

Sullo stesso argomento

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Disturbi neurocognitivi, convegno Oic e Uneba Veneto

Costruire una buona prassi nella presa in carico dei disturbi cognitivi che sia condivisa tra tutti i servizi
Leggi di più

Anziani, cura, valori – Convegno Uneba a S.Giovanni Lupatoto, Verona

“Valori e valore nella cura della persona anziana – Etica e sostenibilità dei servizi, strategie di innovazione e
Leggi di più

Combinare sapore e benessere: la cucina per anziani alla Provvidenza

Mangiare bene è stare bene, la qualità dei pasti è qualità della vita. Il servizio di cucina è
Leggi di più

FVG – Retta Rsa, il contributo regionale salirà a 23,5 euro

Rette Rsa in Friuli Venezia Giulia, aumenta di 2 euro al giorno il contributo regionale per l’abbattimento della
Leggi di più

Crotone: gli enti Uneba garantiscono l’Adi, la Asp non li paga

Il servizio Adi (Assistenza domiciliare integrata) nella provincia di Crotone è vicino all’obiettivo del Pnrr di garantire prestazioni
Leggi di più

Regione Sicilia, Uneba nel Comitato per i servizi socio assistenziali

Predisporre schemi di convenzione, standard dei servizi socio assistenziali e piani di formazione del personale. Sono questi i
Leggi di più

Uneba: per la fragilità servono centri multiservizi e programmazione regionale

Il ruolo fondamentale del sociosanitario, ed in particolare degli enti non profit, nella servizi territoriali per le fragilità
Leggi di più

Settimana Sociale: curare i fragili è risanare la democrazia

“Al cuore della democrazia”, questo il tema della 50’ Settimana Sociale dei Cattolici in Italia svoltasi a Trieste
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care