Dal 3 novembre 2014 è obbligatorio comunicare alla Motorizzazione Civile il trasferimento della disponibilità del veicolo per un periodo superiore a 30 giorni a un soggetto diverso dall’intestatario della carta di circolazione. E’ il caso dell’auto aziendale data in uso al dipendente.

La circolare 15513/2014 del Ministero dei trasporti ricorda e presenta l’obbligo, che riguarda “i dati posti in essere a decorrere dal 3 novembre 2014”.

Ai veicoli aziendali si applica un regime particolare all’interno della regola generale che si applica in tutti i casi di trasferimento prolungato di disponibilità di veicolo.

La circolare include anche un modello di dichiarazione che l’azienda può presentare per le auto in uso ai dipendenti. Ci sono da pagare 25 euro.

Previste sanzioni per chi non è in regola.

Si tratta di una modifica al Codice della strada (d.lgs 285/92) già prevista dalla legge 120/2010, articolo 12, con il relativo regolamento dpr 198/2012, ma solo ora sono state completate le procedure informatiche di aggiornamento dell’Archivio Nazionale dei veicoli.

La circolare parla solo di “dipendenti”, ma esperti ritengono che l’obbligo ricorra anche per i veicoli dell’impresa concessi ai soci, agli amministratori e ai collaboratori.

Il testo parla di “30 giorni” senza precisare se 30 giorni continuativi.