Skip to content

Obbligo di vaccino anti Covid per chi lavora nelle strutture sociosanitarie e socioassistenziali


“Gli esercenti le professioni sanitarie e gli operatori di interesse sanitario che svolgono la loro attivita’ nelle strutture sanitarie, sociosanitarie e socio-assistenziali, pubbliche e private (….) sono obbligati a sottoporsi a vaccinazione (anti Covid) (….) La vaccinazione costituisce requisito essenziale per l’esercizio della professione e per lo svolgimento delle prestazioni lavorative rese dai soggetti obbligati. (…) Solo in caso di accertato pericolo per la salute, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate, attestate dal medico di medicina generale, la vaccinazione di cui al comma 1 non e’
obbligatoria e puo’ essere omessa o differita”.

I commi 1 e 2 dell’articolo 4 del decreto legge 44 del 1 aprile 2021 introducono l’obbligo vaccinale per gli
esercenti le professioni sanitarie e gli operatori di interesse sanitario.

Scarica il testo dell’articolo 4

Il resto dell’articolo 4 illustra:

  • l’obbligo, entro 5 giorni dall’entrata in vigore del decreto, per i i datori di lavoro delle strutture sociosanitarie e socioassistenziali (e non solo per loro) di trasmettere alla Regione o provincia autonoma l’elenco dei propri  operatori di interesse sanitario
  • cosa succede agli operatori che risultano non vaccinati
  • cosa fa l’azienda sanitaria a quel punto
  • come avviene la sospensione di chi non è vaccinato
  • cosa deve fare il datore di lavoro con il dipendente che viene sospeso: assegnarlo dove possibile a mansioni diverse, anche inferiori, con il trattamento corrispondente; se l’assegnazione non è possibile, sospensione senza retribuzione

Essendo un decreto legge, il testo del d.l. 44 che comprende questo obbligo vaccinale dovrà essere trasformato in legge dal Parlamento entro 2 mesi. Il Parlamento potrà decidere di convertirlo in legge così com’è, di modificarlo o di non trasformarlo in legge.

Ecco il testo dell’articolo 4

 

Fin dall'inizio della campagna vaccinale Uneba, concorde con i sindacati, raccomanda ai lavoratori degli enti del…

Pubblicato da Uneba su Venerdì 2 aprile 2021

1 Comment

  1. Sono un impiegato amministrativo di un istituto sociosanitario con ufficio all’interno della struttura. Tutti i colleghi sono stati vaccinato on struttura da operatori inviati \dalla ASL di appartenenza mentre noi amministrativi siamo stati esclusi nonostante il nostro Direttore Sanitario abbia esposto le fondate ragioni circa l’opportunità di valutare la vaccinazione anche degli amministrativi. Alla luce di queste novità normative possiamo chiedere di essere vaccinati a prescindere dalla fascia di età anagrafica ?
    Grazie


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Anziani, cura, valori – Convegno Uneba a S.Giovanni Lupatoto, Verona

“Valori e valore nella cura della persona anziana – Etica e sostenibilità dei servizi, strategie di innovazione e
Leggi di più

Management del sociosanitario cattolico, corso Lumsa con Uneba

Al via venerdì 11 ottobre 2024  a Roma il Corso di formazione in “Management dei servizi sociali e
Leggi di più

Imu enti non commerciali: scadenza domenica 30 giugno 2024

Il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 24 aprile 2024 ha confermato l’obbligo dell’invio della dichiarazione
Leggi di più

Gentilezza verso gli anziani – Vince Fondazione Germani, associato Uneba Lombardia

Che volto ha le gentilezza nel nucleo Alzheimer di una Rsa? “Amare il prossimo, educazione, saper ascoltare, sorriso,
Leggi di più

Enti per minori: Uneba propone di costruire coordinamenti nelle regioni

“Ci lasciamo con l’impegno a cominciare a costruire nelle Regioni i coordinamenti, e poi un coordinamento nazionale”. Così
Leggi di più

Uneba lancia un’alleanza tra gli enti per il benessere di bambini e ragazzi

Creare un coordinamento degli enti per bambini e ragazzi in Campania, e poi in tutta Italia, per condividere
Leggi di più

Il convegno Uneba di Napoli su Avvenire

L’efficace azione dei centri diurni Uneba a Napoli; l’attenzione alle cura e  al rispetto del Centro Giovani di
Leggi di più

Le nuove Linee di indirizzo per le Comunità per i Minorenni

Sono le Linee di Indirizzo per l’accoglienza nei servizi residenziali per i Minorenni il cuore dell’intervento di Gianni
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care