Anna Maria Gargiulo, componente del consiglio direttivo di Uneba Napoli, ha appena pubblicato “Non gettiamo questa vita”. Un libro, spiega Antonio Cicia di Uneba Napoli, scritto “con tutto l’entusiasmo e la passione per il suo lavoro in senso ad una casa albergo per anziani, che coordina e dirige”.

“La scrittrice – spiega Cicia – ha voluto sottolineare che trattasi in un bloc notes di sentimenti in cui ha raccolto storie individuali, con cui è a contatto ogni giorno, di anziani”. Uomini e donne che sono “risorse di quel capitale umano che concorre al valore utile e complessivo dell’economia sociale di una nazione”. Lo stile, chiude Cicia, è quello di “storie narrate con infinità umanità e sentimenti profondi di vera cristiana”.

Il libro viene definito “un diario di smarrimenti e speranze, abbandoni e rimorsi, identità perdute e storie quasi inverosimili, dove viene condivisa una medesima povertà, la mancanza d’amore”.

E’ stato presentato a Napoli sabato 27 novembre. I proventi dalla vendita andranno in beneficenza.

Anna Maria Gargiulo, Non gettiamo questa vita, edizioni CentoAutori, pagine 123, euro 10.

L’AUTORE – Anna Maria Gargiulo è nata e vive in penisola sorrentina. Laureata in Scienze del servizio sociale presso l’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, dirige e coordina una Casa Albergo nel napoletano. Ha seguito un master in Economia e Gestione aziendale per lo sviluppoe l’innovazione in sanità presso l’Università Parthenope. Ha vinto la 14^ edizione del premio Penisola Sorrentina “Arturo Esposito” per il settore solidarietà sociale.