Skip to content

Massi: le Rsa non profit restano una parte essenziale del Sistema Sanitario Nazionale

Vita.it pubblica il 18 giugno 2020 una lunga intervista al presidente di Uneba nazionale Franco Massi, che spazia dalla gestione della Fase 2 per le strutture sociosanitarie e socioassistenziali – in primis rsa / case di riposo- fino alle prospettive di lungo termine dei servizi da garantire alle persone più fragili

Ecco un estratto dell’intervento di Massi

DPI  – “Tutti nelle varie strutture, dagli ospedali alle case di riposo agli ambulatori dobbiamo avere una dotazione di DPI di scorta e protocolli di comportamento da attivare nelle emergenze, nello stesso identico modo in cui abbiamo l’estintore, l’impianto anti-incendio e l’allarme per i fumi…”

SIAMO PARTE DEL SSN – “Non c’è un confine così netto tra sanità e strutture residenziali: tutte sono essenziali, nel continuun dell’assistenza. Le persone cominciano ad avere un aiuto a domicilio, poi via via si appoggiano ai centri diurni, agli ambulatori, alle strutture semiresidenziali e ai centri residenziali. Questo deve essere un passaggio senza fratture e senza divisioni. Le RSA – lo dico sempre – fanno parte a pieno titolo del servizio sanitario nazionale, anche quando sono gestiti da enti privati, per grandissima maggioranza enti non profit”

CI HANNO TOLTO IL PERSONALE  – “Le strutture hanno lavorato con personale limitato e sotto stress, faccio sommessamente notare che nel momento più critico i bandi del Governo hanno portato via medici e infermieri alle nostre strutture”.

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Enti per minori: Uneba propone di costruire coordinamenti nelle regioni

“Ci lasciamo con l’impegno a cominciare a costruire nelle Regioni i coordinamenti, e poi un coordinamento nazionale”. Così
Leggi di più

Uneba lancia un’alleanza tra gli enti per il benessere di bambini e ragazzi

Creare un coordinamento degli enti per bambini e ragazzi in Campania, e poi in tutta Italia, per condividere
Leggi di più

Il convegno Uneba di Napoli su Avvenire

L’efficace azione dei centri diurni Uneba a Napoli; l’attenzione alle cura e  al rispetto del Centro Giovani di
Leggi di più

Le nuove Linee di indirizzo per le Comunità per i Minorenni

Sono le Linee di Indirizzo per l’accoglienza nei servizi residenziali per i Minorenni il cuore dell’intervento di Gianni
Leggi di più

Il Gruppo Crc per la tutela dei diritti dei minori

“Gli Enti del Terzo Settore come osservatorio diffuso per la tutela e per il monitoraggio dei diritti dei
Leggi di più

Tutela degli orfani di femminicidio: la normativa

In che modo la legge tutela gli orfani di femminicidio o di crimini domestici? Nel suo intervento di
Leggi di più

Toscana – Coordinamento Pollicino su infanzia, adolescenza e famiglia

Una delle buone pratiche di coordinamento tra enti che si occupano di minori che Uneba propone – con
Leggi di più

La Chiesa di Napoli invita Uneba a essere “protagonista del bene” con bambini e ragazzi

L’arcivescovo mons.Vincenzo Pelvi ha celebrato nella chiesa di San Carlo Borromeo al centro direzionale di Napoli la messa
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care