Skip to content

Lombardia – Nel Piano sociosanitario serve co-progettazione con il Terzo Settore

Nuovo Piano sociosanitario in Regione Lombardia: Uneba Lombardia e Aris chiedono di essere parte attiva del processo di programmazione e ribadiscono la necessità che il sistema sociosanitario abbia un ruolo centrale. Resta in ogni caso centrale la necessità di un rifinanziamento del sistema.

Sono alcuni dei punti centrali emersi, al convegno Uneba Lombardia Aris Indirizzi di programmazione sociosanitaria” di mercoledì 5 luglio, dalla relazione di Stefania Pozzati, coordinatrice della Commissione Anziani di Uneba Lombardia e direttore del Sociale per l’associato Uneba Fondazione Sacra Famiglia.

 Il Piano sociosanitario regionale di Regione Lombardia, il primo dal 2010-12, è un’opportunità anche per gli enti, se permetterà di aver prospettiva almeno triennale di programmazione e chiarezza sulle risorse a disposizione.

 Il Piano dovrà “assumere come presupposto di base” quello di “valorizzare il ruolo del sistema sociosanitario come partner del percorso di cura”, ha evidenziato Pozzati. Ad esempio attraverso “percorsi di reale integrazione tra ospedale e territorio che mettano in rete Pronto Soccorso e reparti di medicina con strutture intermedie (nell’accezione più ampia del termine) per l’invio diretto di situazioni clinicamente stabili”.

 Nel suo intervento Pozzati ha analizzato il Programma Regionale di Sviluppo Sostenibile della XII Legislatura,  documento che rappresenta la traccia per l’elaborazione del Piano Sociosanitario regionale.

Uno degli obiettivi citati è la promozione del Terzo Settore. Tuttavia, nota Pozzati, “grande assente nella declinazione delle azioni per la realizzazione dell’obiettivo è la co-progettazione: co-progettazione e co-programmazione sono il fondamento per la promozione del Terzo Settore”. “Ancora una volta – nota amaramente – siamo considerati portatori di interesse e non enti coinvolti in molte delle azioni individuate nel Programma per lo sviluppo dell’offerta di servizi della sanità territoriale”.

 Infine, nota Pozzati, nel Programma “non c’è traccia della rete semiresidenziale, altro alleato strategico per consentire ad un utente fragile di continuare ad essere assistito il più a lungo possibile nel proprio contesto di vita”.

Ecco le slide che hanno accompagnato l’intervento di Pozzati sulla programmazione sociosanitaria

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Imu enti non commerciali: scadenza domenica 30 giugno 2024

Il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 24 aprile 2024 ha confermato l’obbligo dell’invio della dichiarazione
Leggi di più

Gentilezza verso gli anziani – Vince Fondazione Germani, associato Uneba Lombardia

Che volto ha le gentilezza nel nucleo Alzheimer di una Rsa? “Amare il prossimo, educazione, saper ascoltare, sorriso,
Leggi di più

Enti per minori: Uneba propone di costruire coordinamenti nelle regioni

“Ci lasciamo con l’impegno a cominciare a costruire nelle Regioni i coordinamenti, e poi un coordinamento nazionale”. Così
Leggi di più

Uneba lancia un’alleanza tra gli enti per il benessere di bambini e ragazzi

Creare un coordinamento degli enti per bambini e ragazzi in Campania, e poi in tutta Italia, per condividere
Leggi di più

Il convegno Uneba di Napoli su Avvenire

L’efficace azione dei centri diurni Uneba a Napoli; l’attenzione alle cura e  al rispetto del Centro Giovani di
Leggi di più

Le nuove Linee di indirizzo per le Comunità per i Minorenni

Sono le Linee di Indirizzo per l’accoglienza nei servizi residenziali per i Minorenni il cuore dell’intervento di Gianni
Leggi di più

Il Gruppo Crc per la tutela dei diritti dei minori

“Gli Enti del Terzo Settore come osservatorio diffuso per la tutela e per il monitoraggio dei diritti dei
Leggi di più

Tutela degli orfani di femminicidio: la normativa

In che modo la legge tutela gli orfani di femminicidio o di crimini domestici? Nel suo intervento di
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care