Il disegno di  Legge di Bilancio 2022 presentato dal Governo prevede per il 2022, solo 100 milioni di euro per i servizi domiciliari sociali erogati dai Comuni agli anziani non autosufficienti.

Dunque, 200 milioni in meno di quanto richiesto dal Patto per un Nuovo Welfare sulla Non Autosufficienza, di cui fa parte anche Uneba, che considera necessari 300 milioni per  garantire più sostegno agli anziani in difficolà e per iniziare a realizzare risposte unitarie e integrate, tra Comuni ai bisogni degli anziani”.

Per questo il Patto chiede un reintegro delle risorse a 300 milioni e presenterà emendamenti, per i quali chiede sostegno a tutte le parti politiche.

Più fondi per i servizi domiciliari dei Comuni per gli anziani – Comunicato stampa del Patto per un Nuovo Welfare sulla Non Autosufficienza