Skip to content

Fvg – La responsabilità professionale in casa di riposo

L’associato Uneba del Friuli Venezia Giulia Casa Emmaus, residenza protetta a Trieste, organizza per venerdì 6 novembre dalle 14.30 alle 19 l’evento formativo “Case di riposo e responsabilità professionale”.

Il convegno ha anche il patrocinio della federazione del Friuli Venezia Giulia di Uneba.

Qui il programma completo dell’evento.

Si svolge presso la sede del M.I.B. School of Management in Largo Caduti di Nassiriya 1 – Palazzo del Ferdinandeo, a Trieste, qui.

Quattro le relazioni in programma:

  • “La responsabilità professionale nell’assistenza alla persona anziana non autosufficiente” del giurista Luca Benci
  • “La responsabilità professionale delle figure sanitarie che operano nelle case di riposo”, del procuratore della Repubblica di Pordenone Luigi Delpino
  • “La responsabilità professionale delle figure socio sanitarie che operano nelle case di riposo”, del procuratore della Repubblica di Tolmezzo Giancarlo Buonocore
  • “I Nas – Carabinieri e le case di riposo” con personale dei Nas

“L’aumentata complessità clinico-assistenziale dei residenti delle nostre strutture -si legge nella presentazione del convegno – porta di continuo a confrontarci con problemi bioetici, deontologici e medico-legali correlati alla responsabilità professionale, spesso fonte di difficoltà operative, oltre che motivo di stress e di disagio per il nostro personale. Ogni professionista è chiamato, quindi, ad affiancare a una buona ed aggiornata preparazione tecnica, chiarezza di conoscenze in tema di ruoli, competenze e responsabilità professionali”.

Bisogna iscriversi entro venerdì 30 ottobre inviando la scheda di iscrizione al fax 040/3882600.

Il costo di partecipazione è di euro 20.

Per informazioni contattare Chiara Babille e Teresa Laboccetta: 040/3882133, 040/3882134, casa.emmaus@libero.it

 

Nessun commento ancora, aggiungi il tuo qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

“Perche’ sono in Rsa?” – Bugie e verità, corso gratuito con Uneba Varese

“Perché sono qui in Rsa? – chiede l’anziana accolta da poco –  Quanto tempo devo rimanere? Che malattie
Leggi di più

Progetto di vita individuale per persone con disabilità – Corso Anffas

Ha il patrocinio di Uneba Veneto il corso di formazione gratuito “La progettazione individuale, personalizzata e partecipata per
Leggi di più

Il ricordo e la memoria nei percorsi dell’invecchiamento – Convegno

Sollecitare gli operatori che lavorano nei centri servizi per anziani a costruire percorsi di stimolo del ricordo e
Leggi di più

Don Gnocchi, Barbante confermato presidente

Don Vincenzo Barbante è stato riconfermato alla presidenza della Fondazione Don Gnocchi, ente associato Uneba, per il triennio
Leggi di più

Lombardia – Dgr 1513, Regole, Piano sociosanitario: slide di Marchesi

“RSA: le Regole di sistema Regionali, la DGR 1513 e il Piano Sociosanitario Regionale” è il titolo della
Leggi di più

Blocco delle rette Rsa in Lombardia: profili di illegittimità

Il blocco agli aumenti delle rette di compartecipazione dell’utenza per le unità d’offerta stabilito da Regione Lombardia è
Leggi di più

Divieto di fattura elettronica per le prestazioni sociosanitarie

Prorogato per il 2024 il divieto di fatturazione elettronica per i soggetti Iva che effettuano prestazioni sanitarie e
Leggi di più

Rsa necessaria, Rsa accogliente – Le Iene a Casa Simonetti

Una madre novantenne,  Teresa, e un figlio malato di Parkinson, Bruno, in condizioni economiche e sociali fragili. Non
Leggi di più

Sponsor