Skip to content

Esperti Uneba – Stessi diritti per figli legittimi e figli naturali

La Corte di Cassazione è intervenuta nuovamente per ribadire la parificazione dei diritti riconosciuti ai figli legittimi ed ai figli naturali.
Con sentenza n. 23411 del 04.11.2009, la Prima Sezione Civile ha, infatti, ribadito, che anche per le coppie di fatto, in caso di separazione, possono e devono essere applicate le stesse disposizioni di legge utilizzate per la separazione ed il divorzio, con particolare riferimento alla legge 54/2006.

Il giudice, quindi, anche nel caso di separazione di coppie di fatto, deve prediligere la soluzione dell’affido condiviso del minore, figlio naturale della coppia, con collocazione prevalente presso uno dei due genitori.
Allo stesso modo delle coppie sposate, continua la Corte, sussiste anche per le coppie di fatto, “un obbligo per entrambi i genitori che svolgono attività lavorativa produttiva di reddito di contribuire al soddisfacimento dei bisogni dei figli minori (come disposto dagli articoli 147 e 148 del Codice Civile), in proporzione alle proprie disponibilità economiche” (principio di proporzionalità).
"Tuttavia – spiega la Corte – la determinazione, come nella specie, di un assegno periodico a carico di uno dei genitori, non esonera certamente l’altro genitore dal contributo al mantenimento del minore".

La Suprema Corte ha così respinto il ricorso presentato dal padre del minore, condannato a versare l’assegno di mantenimento, precisando appunto che, i figli dei genitori non sposati debbono avere gli stessi diritti rispetto a quelli delle coppie sposate.

avv. Paola Turri

 

Nessun commento ancora, aggiungi il tuo qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Progetto di vita individuale per persone con disabilità – Corso Anffas

Ha il patrocinio di Uneba Veneto il corso di formazione gratuito “La progettazione individuale, personalizzata e partecipata per
Leggi di più

Il ricordo e la memoria nei percorsi dell’invecchiamento – Convegno

Sollecitare gli operatori che lavorano nei centri servizi per anziani a costruire percorsi di stimolo del ricordo e
Leggi di più

Don Gnocchi, Barbante confermato presidente

Don Vincenzo Barbante è stato riconfermato alla presidenza della Fondazione Don Gnocchi, ente associato Uneba, per il triennio
Leggi di più

Lombardia – Dgr 1513, Regole, Piano sociosanitario: slide di Marchesi

“RSA: le Regole di sistema Regionali, la DGR 1513 e il Piano Sociosanitario Regionale” è il titolo della
Leggi di più

Blocco delle rette Rsa in Lombardia: profili di illegittimità

Il blocco agli aumenti delle rette di compartecipazione dell’utenza per le unità d’offerta stabilito da Regione Lombardia è
Leggi di più

Divieto di fattura elettronica per le prestazioni sociosanitarie

Prorogato per il 2024 il divieto di fatturazione elettronica per i soggetti Iva che effettuano prestazioni sanitarie e
Leggi di più

Rsa necessaria, Rsa accogliente – Le Iene a Casa Simonetti

Una madre novantenne,  Teresa, e un figlio malato di Parkinson, Bruno, in condizioni economiche e sociali fragili. Non
Leggi di più

In ricordo delle vittime del Covid, teatro con la Rsa Vaglietti Corsini

Mercoledì 21 febbraio 2024, anniversario della primo caso di Covid accertato in Italia, all’interno del convegno Uneba Bergamo,
Leggi di più

Sponsor