Con questo comunicato stampa del 15 ottobre, Agenzia per le Onlus, Consiglio nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili e Organismo italiano di contabilità hanno annunciato la predisposizione del primo Principio contabile per gli enti non profit. Rappresenta il punto di partenza per l’elaborazione dei principi contabili applicabili ai predetti enti, è attualmente disponibile in bozza qui. Questo “Quadro sistematico per la preparazione e la presentazione del bilancio degli Enti non profit” è sottoposto ad una consultazione pubblica, per la raccolta di osservazioni, che si concluderà il 15 gennaio 2011.

Il bilancio costituisce il principale documento in cui trovare informazioni sulla situazione patrimoniale e finanziaria dell’ente. La necessità di elaborare un principio contabile per la redazione del bilancio deriva dall’attuale mancanza di un preciso riferimento normativo in ambito contabile. Questa mancanza di riferimento rischia di rendere i dati contenuti del bilancio non comprensibili ai terzi.

Nella bozza di documento sono individuati i principi fondamentali che sottendono alla redazione del bilancio. Anche se adeguati alle particolari caratteristiche degli enti non profit, questi principi presentano numerose analogie con i Principi contabili Oic elaborati per le imprese commerciali.

Va precisato che il nuovo Principio contabile elaborato per gli enti non profit non definisce gli schemi di bilancio utilizzabili da tali soggetti, in quanto questi ultimi sono già individuati dall’Agenzia per le Onlus nell’atto di indirizzo “Linee guida e schemi per la redazione dei bilanci di esercizio degli enti non profit”.

Trovate nella parte riservata di www.uneba.org in corrispondenza di questa notizia una presentazione delle linee guida per il bilancio di un ente non profit in base al “Quadro sistematico” a cura del collaboratore di www.uneba.org Donatello Ferrari.