Skip to content

Esperti Uneba – Non c’è pace per il 5 per mille

Nonostante le promesse di stabilizzare l’istituto del 5 per mille in favore del mondo non profit, della ricerca scientifica e sanitaria e dell’università, a tutt’oggi la proroga del 5 per mille per il 2010, redditi 2009, è demandata ad un prossimo emendamento alla legge finanziaria.

A destare qualche perplessità sull’argomento 5 per mille ha contribuito nei giorni scorsi la pubblicazione sul sito dell’Agenzia delle Entrate della bozza di modello Cud 2010 per i redditi del 2009. In questa prima bozza è stato cancellato il quadro relativo alla destinazione del 5 per mille dell’irpef.

L’Agenzia delle Entrate è intervenuta sull’argomento con il comunicato stampa del 13 ottobre scorso, in cui sottoline che la bozza pubblicata “non contiene, per ora, il riquadro per la scelta del 5 per mille solo perché, data la struttura della legge finanziaria, si è in attesa della proroga che sarà disposta, come di norma, per emendamento” .

Una seconda notizia contenuta nello stesso comunicato riguarda il reperimento dei fondi da destinare al 5 per mille 2010. Come anticipato dal ministro Giulio Tremonti, “i fondi dello scudo fiscale saranno destinati innanzitutto a finanziare proprio il 5 per mille”.

Le sorti del 5 per mille dipenderanno quindi dal buon esito dell’operazione dello scudo fiscale.

Commento: condannati alla precarietà

E’ del tutto evidente come tali scelte stiano andando in senso contrario alla stabilizzazione del 5 per mille, portando il mondo non profit al massimo della precarietà. Ancora una volta non si è tenuto seriamente conto del terzo settore, che per operare e pianificare i propri investimenti ha bisogno di regole chiare e risorse stabili.

Donatello Ferrari

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Anziani, cura, valori – Convegno Uneba a S.Giovanni Lupatoto, Verona

“Valori e valore nella cura della persona anziana – Etica e sostenibilità dei servizi, strategie di innovazione e
Leggi di più

Management del sociosanitario cattolico, corso Lumsa con Uneba

Al via venerdì 11 ottobre 2024  a Roma il Corso di formazione in “Management dei servizi sociali e
Leggi di più

Imu enti non commerciali: scadenza domenica 30 giugno 2024

Il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 24 aprile 2024 ha confermato l’obbligo dell’invio della dichiarazione
Leggi di più

Gentilezza verso gli anziani – Vince Fondazione Germani, associato Uneba Lombardia

Che volto ha le gentilezza nel nucleo Alzheimer di una Rsa? “Amare il prossimo, educazione, saper ascoltare, sorriso,
Leggi di più

Enti per minori: Uneba propone di costruire coordinamenti nelle regioni

“Ci lasciamo con l’impegno a cominciare a costruire nelle Regioni i coordinamenti, e poi un coordinamento nazionale”. Così
Leggi di più

Uneba lancia un’alleanza tra gli enti per il benessere di bambini e ragazzi

Creare un coordinamento degli enti per bambini e ragazzi in Campania, e poi in tutta Italia, per condividere
Leggi di più

Il convegno Uneba di Napoli su Avvenire

L’efficace azione dei centri diurni Uneba a Napoli; l’attenzione alle cura e  al rispetto del Centro Giovani di
Leggi di più

Le nuove Linee di indirizzo per le Comunità per i Minorenni

Sono le Linee di Indirizzo per l’accoglienza nei servizi residenziali per i Minorenni il cuore dell’intervento di Gianni
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care