Domenica 4 marzo 2o18 si vota per le elezioni politiche nazionali e per le elezioni regionali in Lombardia e Lazio.

Ecco in sintesi le regole per permessi elettorali e recuperi

A presidente e segretario di seggio, scrutatore e rappresentante di lista è riconosciuto il diritto di assentarsi per tutto il periodo corrispondente alla durata delle operazioni di voto e di scrutinio. L’assenza è considerata attività lavorativa a tutti gli effetti. Non è consentito richiedere prestazioni lavorative nel giorno coincidente con le operazioni elettorali.

Inoltre c’è il diritto di recuperare le giornate non lavorative impegnate ai seggi con giorni di recupero da concordare con il datore di lavoro, in rapporto anche alle esigenze di servizio.

Per approfondimenti, ecco il vademecum Uneba Permessi elettorali 2018: chi ne ha diritto e come