Skip to content

Decreto sul Green Pass obbligatorio in Gazzetta Ufficiale

Il decreto legge 127 del 21 settembre 2021 “Misure urgenti per assicurare lo svolgimento in sicurezza del lavoro pubblico e privato mediante l’estensione dell’ambito applicativo della certificazione verde COVID-19 e il rafforzamento del sistema di screening” è pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

All’articolo 3, comma 1 si legge

Dal 15 ottobre 2021 e fino al 31 dicembre  2021, termine di cessazione dello stato di emergenza, (…) a chiunque svolge una attivita’ lavorativa nel settore privato e’ fatto obbligo, ai fini dell’accesso ai luoghi in cui la predetta attivita’ e’ svolta, di possedere e di esibire, su richiesta, la certificazione verde COVID-19

Al comma 2

la disposizione di cui al comma 1 si applica altresi’ a tuttii soggetti che svolgono, a qualsiasi titolo, la propria attivita’ lavorativa o di formazione o di volontariato nei luoghi di cui al comma 1, anche sulla base di contratti esterni.

E i controlli?

Al comma 5

I datori di lavoro (privati) definiscono, entro il 15 ottobre 2021, le modalita’ operative per l’organizzazione delle verifiche di cui al comma 4, anche a campione, prevedendo prioritariamente, ove possibile, che tali controlli siano effettuati al momento dell’accesso ai luoghi di lavoro, e individuano con atto formale i soggetti incaricati dell’accertamento delle violazioni degli obblighi di cui ai commi 1 e 2. Le verifiche delle certificazioni verdi COVID-19 sono effettuate con le modalita’ indicate dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri

Il decreto legge è in vigore dal 22 settembre. Come tutti i decreti legge, è in vigore per 60 giorni, e entro quella data deve essere convertito in legge: il Parlamento può anche modificarlo.

2 Comments

  1. Buongiorno, dopo aver dato lettura del DL 127/2021 visto art. 3 comma 1 sono a chiedere conferma che per quanto concerne i centri servizi per anziani (ora RSA) si fa riferimento al DL 122/2021 e pertanto i lavoratori a qualsiasi titolo devono essere muniti di vaccino a decorrere dal 10/10/2021.

    La mia interpretazione è corretta?

  2. Buongiorno, vorrei porre un quesito:
    con il DL 122 si prevede che tutti i lavoratori operanti in RSA devono essere vaccinati, rimandando il tutto al DL 44; quindi il controllo spetterebbe ad ATS che, verificando l’effettiva vaccinazione, comunica al datore di lavoro della struttura l’eventuale non vaccinazione di un dipendente, questo dal 10 ottobre p.v.. Con il DL 127 il datore di lavoro deve verificare il possedimento del green pass per poter lavorare.
    La mia domanda è: in RSA, il controllo dell’effettiva vaccinazione dei dipendenti (infermieri, ASA, OSS, amministrativi, pulizie, cucina e tutti i restanti, esclusi i fornitori esterni dove la normativa è chiara) spetta al datore di lavoro oppure spetta ad ATS che, controllando, informa il datore di lavoro della mancata vaccinazione?


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Veneto – Accreditamento strutture sociosanitarie, avviso straordinario

Regione Veneto apre una procedura straordinaria di accreditamento per le strutture sociosanitarie: per il rilascio  a soggetti non
Leggi di più

Papa Francesco: non abbandonate gli anziani!

“Nella vecchiaia non abbandonarmi” è il tema della IV Giornata mondiale dei nonni e degli anziani che la
Leggi di più

Master per manager del sociosanitario con Uneba Veneto e Univr

Master di primo livello in management dei servizi sociosanitari di Università di Verona e Uneba Veneto: al via
Leggi di più

Disturbi neurocognitivi, convegno Oic e Uneba Veneto

Costruire una buona prassi nella presa in carico dei disturbi cognitivi che sia condivisa tra tutti i servizi
Leggi di più

Anziani, cura, valori – Convegno Uneba a S.Giovanni Lupatoto, Verona

“Valori e valore nella cura della persona anziana – Etica e sostenibilità dei servizi, strategie di innovazione e
Leggi di più

Combinare sapore e benessere: la cucina per anziani alla Provvidenza

Mangiare bene è stare bene, la qualità dei pasti è qualità della vita. Il servizio di cucina è
Leggi di più

FVG – Retta Rsa, il contributo regionale salirà a 23,5 euro

Rette Rsa in Friuli Venezia Giulia, aumenta di 2 euro al giorno il contributo regionale per l’abbattimento della
Leggi di più

Crotone: gli enti Uneba garantiscono l’Adi, la Asp non li paga

Il servizio Adi (Assistenza domiciliare integrata) nella provincia di Crotone è vicino all’obiettivo del Pnrr di garantire prestazioni
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care