Approvate le nuove “Modalità per la concessione di contributi diretti alle imprese editrici di quotidiani e periodici” con l’omonimo decreto del presidente del consiglio dei ministri, approvato il 28 luglio e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 16 settembre 2017.

Testo del decreto sul finanziamento ai giornali

A questi contributi possono accedere, a particolari condizioni, anche gli “enti senza fini di lucro” (così li definisce il decreto).

Il decreto indica chi può fare domanda, quando, e che documentazione presentare.

Le regole valgono per  i contributi dal 2018 in poi. Questo dpcm è in attuazione del decreto legislativo 70 del 15 maggio 2017 che riguardava la “Ridefinizione della disciplina dei contributi diretti alle imprese editrici di quotidiani e periodici”, che prevede, ad esempio, l’obbligo di avere una “edizione digitale” della pubblicazione.

Ci sono regole e contributi diversi per le pubblicazioni  per non vedenti e ipovedenti e a tutela dei consumatori e degli utenti, le stabilisce  il dpcm del 28 luglio 2017 “Modalità per la concessione dei contributi a sostegno dell’editoria speciale periodica per non vedenti e ipovedenti e a tutela dei consumatori e degli utenti“.