Skip to content

Catania, risorse zero per il sociale? La preoccupazione di Uneba Sicilia

A Catania c’è il rischio che nel 2024 i servizi per minori, disabili, anziani, donne vittime di violenza, abbiano risorse pari a: zero. Ma Uneba, dando voce ai bisogni dei più fragili, non si rassegna.

E’ lo stesso assessore ai servizi sociali del Comune di Catania Bruno Brucchieri, secondo quanto riporta il quotidiano La Sicilia, a evidenziare che nessun fondo è previsto ad oggi nel bilancio 2024-26.

I servizi, allora, sarebbero “ad altissimo rischio di sospensione, con conseguenze sociali ma anche occupazionali”, come evidenzia Daniela Maurel, vicepresidente di Uneba Sicilia.

Mentre il presidente di Uneba Sicilia Santo Nicosia e il presidente di Uneba Catania Fabrizio Sigona hanno scritto a sindaco Trantino e assessori Marletta e Brucchieri del Comune di Catania esprimendo preoccupazione per la carenza di fondi, chiedendo un incontro urgente, e ricordando il ruolo decisivo degli enti non profit Uneba e del loro servizio ai più fragili.

“La lotta al contenimento della dispersione scolastica è in gran parte arginata dai servizi semiresidenziali, che da anni rappresentano un irrinunciabile presidio educativo per tantissimi minori e per le loro famiglie, oltre che un efficace deterrente alla microcriminalità. Vi è, nondimeno, da considerare che l’intervento semiconvittuale spesso consente di evitare l’istituzionalizzazione di minori e famiglie in difficoltà non solo economica.
A rischio anche gli anziani ospiti delle comunità, i quali, in assenza di alternative, si potrebbero ritrovare in condizioni disastrose. A questo occorre aggiungere i disagi per le persone con disabilità che usufruiscono di trasporto, soggiorno e terapie adatte alle specifiche esigenze individuali”.

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Disturbi neurocognitivi, convegno Oic e Uneba Veneto

Costruire una buona prassi nella presa in carico dei disturbi cognitivi che sia condivisa tra tutti i servizi
Leggi di più

Anziani, cura, valori – Convegno Uneba a S.Giovanni Lupatoto, Verona

“Valori e valore nella cura della persona anziana – Etica e sostenibilità dei servizi, strategie di innovazione e
Leggi di più

Combinare sapore e benessere: la cucina per anziani alla Provvidenza

Mangiare bene è stare bene, la qualità dei pasti è qualità della vita. Il servizio di cucina è
Leggi di più

FVG – Retta Rsa, il contributo regionale salirà a 23,5 euro

Rette Rsa in Friuli Venezia Giulia, aumenta di 2 euro al giorno il contributo regionale per l’abbattimento della
Leggi di più

Crotone: gli enti Uneba garantiscono l’Adi, la Asp non li paga

Il servizio Adi (Assistenza domiciliare integrata) nella provincia di Crotone è vicino all’obiettivo del Pnrr di garantire prestazioni
Leggi di più

Regione Sicilia, Uneba nel Comitato per i servizi socio assistenziali

Predisporre schemi di convenzione, standard dei servizi socio assistenziali e piani di formazione del personale. Sono questi i
Leggi di più

Uneba: per la fragilità servono centri multiservizi e programmazione regionale

Il ruolo fondamentale del sociosanitario, ed in particolare degli enti non profit, nella servizi territoriali per le fragilità
Leggi di più

Settimana Sociale: curare i fragili è risanare la democrazia

“Al cuore della democrazia”, questo il tema della 50’ Settimana Sociale dei Cattolici in Italia svoltasi a Trieste
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care