Skip to content

40 anni fa il primo Contratto collettivo Uneba: una scelta lungimirante

10 luglio 1983: firma del primo contratto collettivo nazionale di lavoro Uneba. A 40 anni di distanza, le riflessioni del presidente onorario Maurizio Giordano.

Oggi (ma è così da molti anni…) la contrattazione nei rapporti di lavoro è prassi diffusa e condivisa da tutti, datori di lavoro e lavoratori; ma 40 anni fa, quando nel 1983 l’UNEBA firmò il primo contratto nazionale di lavoro con la CISL-Fisascat, la situazione era molto diversa.
USMI e CISM vedevano con sospetto l’instaurazione di rapporti con il sindacato e l’ingresso dei loro rappresentanti nelle istituzioni; c’era una netta differenza tra le Regioni, con quelle settentrionali più favorevoli a una contrattazione del lavoro; i sindacati (contando anche su una magistratura non sempre consapevole sia della tipologia dell’attività socioassistenziale sia della specificità delle istituzioni “di tendenza”) erano ancorati ad una logica pubblicistica che veniva espressa nella loro prima piattaforma con la richiesta di applicare il contratto del “parastato” (in vigore per INPS, INAIL, INAM, etc. tutti enti pubblici); il concetto di Terzo Settore (a fianco di Stato e privato-commerciale) non si era ancora diffuso (bisognerà attendere il 2017 per avere il primo Codice del Terzo Settore!).
Si deve alla lungimiranza e alla lucidità del Consiglio nazionale dell’UNEBA, ai responsabili della CISL dell’epoca ed alla maturità degli amministratori delle istituzioni assistenziali, se la prassi della contrattazione del lavoro (poi allargata alle principali sigle sindacali) è entrata nel nostro mondo, divenendo negli anni elemento fondamentale nella gestione di un settore essenziale per la vita del Paese.

Maurizio Giordano

Contratto Uneba – Il testo in vigore

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Imu enti non commerciali: scadenza domenica 30 giugno 2024

Il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 24 aprile 2024 ha confermato l’obbligo dell’invio della dichiarazione
Leggi di più

Gentilezza verso gli anziani – Vince Fondazione Germani, associato Uneba Lombardia

Che volto ha le gentilezza nel nucleo Alzheimer di una Rsa? “Amare il prossimo, educazione, saper ascoltare, sorriso,
Leggi di più

Enti per minori: Uneba propone di costruire coordinamenti nelle regioni

“Ci lasciamo con l’impegno a cominciare a costruire nelle Regioni i coordinamenti, e poi un coordinamento nazionale”. Così
Leggi di più

Uneba lancia un’alleanza tra gli enti per il benessere di bambini e ragazzi

Creare un coordinamento degli enti per bambini e ragazzi in Campania, e poi in tutta Italia, per condividere
Leggi di più

Il convegno Uneba di Napoli su Avvenire

L’efficace azione dei centri diurni Uneba a Napoli; l’attenzione alle cura e  al rispetto del Centro Giovani di
Leggi di più

Le nuove Linee di indirizzo per le Comunità per i Minorenni

Sono le Linee di Indirizzo per l’accoglienza nei servizi residenziali per i Minorenni il cuore dell’intervento di Gianni
Leggi di più

Il Gruppo Crc per la tutela dei diritti dei minori

“Gli Enti del Terzo Settore come osservatorio diffuso per la tutela e per il monitoraggio dei diritti dei
Leggi di più

Tutela degli orfani di femminicidio: la normativa

In che modo la legge tutela gli orfani di femminicidio o di crimini domestici? Nel suo intervento di
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care