Incentivi a chi assume lavoratori licenziati. Li garantisce un decreto della Direzione generale per le politiche attive e passive del lavoro del Ministero del lavoro.

Il decreto stabilisce la disponibilità di 20 milioni, tratti dal fondo di rotazione per la formazione professionale e l’accesso al Fondo Sociale Europeo.

Il beneficio va a aziende che nel 2013 assumono, anche part time, lavoratori licenziati per giustificato motivo connesso a riduzione, trasformazione o cessazione di attività di lavoro.

Per ottenere i fondi l’azienda deve garantire formazione professionale al neo assunto.

Il contributo è di 190 euro al mese per 12 mesi per gli assunti a tempo indeterminato, ridotto per part time o contratti a termine.

Viene assegnato fino ad esaurimento dei 20 milioni, andando in ordine di presentazione della domanda.

Entro 30 giorni dalla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto (ad oggi 23 maggio non ancora pubblicato) l’Inps spiegherà come presentare la domanda.