Cittalia, fondazione legata all’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, ha realizzato per Save The Children il rapporto “Le condizioni di povertà tra le madri in Italia”. Qui il testo integrale del rapporto.

Estraiamo alcuni dati sulla situazione in Italia tratti dalla presentazione del rapporto.

  • Circa un milione di madri con figlio piccolo vive in condizione di povertà.
  • Su 4,2 milioni di donne povere quasi 1,7 milioni sono madri.
  • Le famiglie in povertà sono l’11,3% delle famiglie italiane.
  • Una donna con figli ha più probabilità di essere povera di chi non ha figli o ne ha uno solo: la maternità, quindi, può diventare causa di povertà.
  • In linea di massima, una donna con figli più difficilmente lavora: il tasso di occupazione femminile è pari al 65% in assenza di figli ma decresce al 60,6% e al 54,8% nel caso, rispettivamente, di uno e due figli, per crollare al 42,6% quando i figli sono almeno 3.
  • Fra le mamme in coppia con un bambino piccolo il 18,6% non ha i soldi sufficienti per fare fronte a tutte le spese del mese; il 16,3% ha pagato in ritardo almeno una bolletta; il 10,3% non è stato in grado di sostenere con regola.
  • Nel caso di madre sola con almeno un figlio minore la situazione è ancora più grave: il 44% arriva a fine mese “con molta difficoltà”, quasi il 31% è in arretrato con le bollette, il 25% non ha avuto soldi per spese mediche, il 21% per le spese scolastiche.

Nella classifica sulla condizione delle madri e dei bambini tratta dal rapporto di Save The Children su “Lo stato delle madri nel mondo” l’Italia si classifica al 17° posto su 160 paesi esaminati.