sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba

Indicatori Lea 2001-2012- Non aumenta l’offerta di residenzialità per anziani e disabili in Italia

Il Ministero della Salute, con la sua Direzione generale della programmazione sanitaria, ha indagato l’andamento dei singoli indicatori di monitoraggio dei Livelli essenziali di assistenza (Lea) nel periodo 2001-2012, ed ha pubblicato la monografia“Analisi spazio-temporale degli indicatori della Griglia LEA – Trend regionali 2001-2012”.

Come evidenza il Ministero, dell’analisi emerge ad esempio che la forte eterogeneità tra le regioni italiane nella domanda di assistenza e nell’erogazione delle prestazioni sanitarie LEA è rimasta tale nel periodo 2001-2012. Ovunque diminuisce il tasso di ospedalizzazione.

Per quanto riguarda gli ambiti di interesse degli enti Uneba, si registra un tendenziale e lieve aumento nella percentuale di anziani con più di 65 anni trattati in assistenza domiciliare integrata (ADI), ad esempio in Sardegna, Abruzzo, Umbria e soprattutto Emilia Romagna.

“Non si osservano- nota il Ministero- invece incrementi positivi nell’offerta dell’assistenza residenziale agli anziani e ai disabili”.

Residenzialità anziani – I dati del Ministero mostrano in lieve calo i posti in Veneto, in lieve aumento in Lombardia, in netto aumento Friuli Venezia Giulia Liguria Emilia Romagna Abruzzo e Puglia. Al Nord l’offerta era e resta nettamente maggiore che al Sud. (vedi tabelle qui sotto)

Residenzialità disabili – Netti aumenti nel periodo 2001-2012 in Abruzzo, Emilia Romagna e Liguria. Stabili in Lombardia e Veneto, diminuiti in Basilicata e Friuli Venezia Giulia. (vedi tabelle qui sotto)

Scrivi un commento