sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba

Il non profit ancora troppo lontano da internet e tecnologia

“Il non profit in rete” è il titolo del Rapporto realizzato dall’Osservatorio Ict per il non profit di Think (The Innovation Knowledge Foundation) con il contributo di molte realtà del terzo settore.

Come sottolinea il curatore Enrico Acquati, emerge un atteggiamento, di cautela e di scarsa conoscenza verso le tecnologie. Malgrado queste abbiano grandi possibilità di aiutare il non profit a raggiungere i suoi obbiettivi.

Leggi “Il non profit in rete” (216 pagine)

I problemi di costo e di gestione del software sono i temi maggiormente indicati come fattore di freno all’utilizzo delle tecnologie, soprattutto dalle organizzazioni minori, così come l’assenza di applicazioni specifiche: secondo l’Osservatorio, questo indica la necessità di fornitura di soluzioni in modalità cloud, con conseguente riduzione dei costi di uso e di gestione.

Le 218 ong coinvolte nell’analisi – il 49% opera nell’assistenza sociale- utilizzano il proprio sito anzitutto a fini comunicativi- ma poco social, cioè poco volti al dialogo con i lettori . e annettono ancora poca importanza alle potenzialità per il fundraising.

Solo il 9% ha nel sito una sezione per l’acquisto di merchandising, il 28% dà ai navigatori la possibilità di fare donazioni online.

Il 73% degli enti che hanno partecipato al sondaggio è presente anche su Facebook, il 31% su YouTube, il 26% su Twitter.

La spesa media per tecnologia sostenuta nel 2012 dagli enti censiti è di oltre 2400 euro per telefonia, più di 500 euro per collegamento internet, più di 400 per personale addetto all’information technology.

L’apparecchiatura più diffusa è ovviamente risultata il PC, presente nel 91% delle organizzazioni, seguite dalle stampanti (87,%), dai fax (76%) ed infine dai server dichiarati presenti nel 39% dei casi.

Nell’89% dei casi l’acquisto è stato finanziato dalla stessa organizzazione, nel 27% si è trattato di una donazione e solo nel 4% da fornitori di soluzioni IT, a conferma di una relativamente scarsa sensibilità ai temi del non profit da parte di questo comparto.

Scrivi un commento