sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba

Fondo non autosufficienze e Fondo Politiche Sociali: quanto spende lo Stato nel welfare

A quanto ammontano i fondi sociali statali? Negli ultimi anni sono aumentati o diminuiti?

Il sito Lombardia Sociale presenta una sintesi sull’andamento del sostegno statale al welfare locale, tratta dal Dossier Politiche Sociali 2010-2014 della Conferenza delle Regioni

Nel 2014 meno del 2008, ma più del 2012

“Nel 2008 -scrive Lombardia Sociale- lo Stato finanziava questi fondi per circa 1,3 miliardi. Alla fine dello scorso decennio i fondi sono stati drasticamente ridotti fino al quasi azzeramento del 2012”. Dal 2013 la discesa si è interrotta, una ripresa proseguita, anche se per non tutti i fondi, nel 2014. In ogni caso, gli stanziamenti 2014 (746,5 milioni) sono solo il 57% di quelli 2008.

Questi sono i numeri per il totale dei fondi: la maggior parte viene ogni anno trasferita alle Regioni come finanziamento al welfare locale, una parte resta a gestione statale.

Nei bilanci previsionali 2015-2016 sono indicate risorse esigue, e pari a 0 per il Fondo perle non autosufficienze, ma si tratta di documenti che probabilmente subiranno modifiche.

Fondo Nazionale Politiche Sociali

Il decreto legge 4/2014 lo ha ridotto a 297 milioni. Per il welfare locale ci sono 262 milioni. Il decreto per il riparto 2014 del Fondo prevede che che le regioni indichino al Ministero come useranno i fondi, prima di riceverli, e dimostrino di avere attribuito ai beneficiari le risorse ricevute dallo Stato con questo Fondo nel 2012.

Fondo Non Autosufficienze

Ammonta per il 2014 a 275 milioni, cui il 30% riservato alle disabilità gravissime. Inoltre ci sono altri 75 milioni per la Sla.

Aumenta la disponibilità per le Regioni, da 280 milioni nel 2013 a 340 nel 2014.

Troppe incertezze

Quando hanno firmato l’intesa sui riparti dei fondi per il 2014, le Regioni hanno però anche evidenziato le difficoltà causate dall’incertezza di ogni anno sulle risorse, soggette a grandi oscillazioni. Le Regioni hanno chiesto una stabilizzazione almeno triennale, e che i fondi vengano trasferiti a inizio anno, per facilitare la programmazione.

Le Regioni sottolineano anche l’importanza di riprendere il percorso per individuare i Livelli Essenziali (e le risorse statali per garantirli).

Scrivi un commento