sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba

Detassazione dei premi di risultato – Tutto quello che c’è da sapere

La detassazione dei premi i produttività è diventata strutturale, e non più decisa anno per anno.

La legge di stabilità 2015, infatti, prevede in via generale che siano soggetti a una imposta sostitutiva

  • pari al 10 per cento
  • in sostituzione dell’Irpef e delle addizionali regionali e comunali
  • entro il limite di importo complessivo di 2.000 euro lordi annui

1.i premi di risultato

  •  di ammontare variabile
  • legati ad incrementi di produttività, redditività, qualità, efficienza ed innovazione
  • misurabili e verificabili

2.le somme erogate sotto forma di partecipazione agli utili dell’impresa

Nell’approfondimento di quattro pagine che gli associati Uneba trovano nella parte riservata:

  • quali datori di lavoro possono applicarla e quali no
  • a quali lavoratori si applica
  • quali somme sono detassabili
  • la detassazione del lavoro agile (smart working)
  • le caratteristiche dei contratti aziendali o territoriali per accedere alla detassazione
  • l’ente che recepisce accordi territoriali anche di altri settori e così gode della detassazione
  • come si applica il limite dei 2000 euro
  • cosa devono fare gli enti per applicare la detassazione
  • cosa devono fare gli enti se il dipendente vuole rinunciare alla detassazione
  • scelta di sistemi di welfare aziendale al posto dei premi di risultato

 

Scrivi un commento