sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba main sponsor uneba

Congedo matrimoniale nel contratto Uneba – Ecco come calcolarlo

“Il congedo deve essere fruito entro 7 giorni dalla celebrazione del matrimonio”. Così recita l’articolo 62 del contratto Uneba vigente.

Un ente associato ha chiesto via email a Uneba:  ma quindi il periodo di 15 giorni del congedo matrimoniale termina al massimo dopo 7 giorni dalla data del matrimonio?

No, non è così, e approfittiamo dell’occasione per ribadirlo.

“Deve essere fruito entro sette giorni dalla celebrazione del matrimonio” significa che deve avere il congedo deve avere inizio entro questo termine, non fine. Il congedo matrimonaile deve iniziare entro 7 giorni dal matrimonio. Non è possibile, ad esempio, rimandarlo all’anno dopo, neppure nel caso che gli sposi scelgano di rimandare l’eventuale viaggio di nozze.

Se il giorno del matrimonio  un giorno lavorativo, il dipendente può utilizzare un giorno di congedo matrimoniale. A quel punto ne resterebbero 14. Ovviamente il dipendente può anche scegliere di utilizzare uno dei suoi giorni di ferie.

CONTRATTO UNEBA 2010-2012 (VIGENTE) – ARTICOLO 62

La lavoratrice o il lavoratore non in prova hanno diritto ad un congedo retribuito di 15 (quindici) giorni di calendario consecutivi per contrarre matrimonio riconosciuto agli effetti civili. La richiesta di congedo matrimoniale deve essere avanzata dagli interessati con almeno 15 (quindici) giorni di calendario di anticipo.

Tale congedo deve essere fruito entro sette giorni dalla celebrazione del matrimonio, di cui la lavoratrice il lavoratore hanno l’obbligo di produrre la regolare documentazione. 

Scrivi un commento