I terremoti che continuano in Emilia mettono in grave difficoltà le strutture per anziani, e più ancora gli anziani che allo sconvolgimento per la scossa sommano la forzata drastica modifica alle loro abitudini quotidiane.

Un contributo per alleviare la situazione lo dà, nel suo piccolo, l’associato Uneba Veneto Pia Opera Ciccarelli. Ha messo a disposizione posti letto per l’accoglienza di anziani provenienti da zone terremotate nella sua sede di Boscochiesanuova, tra i monti della Lessinia in provincia di Verona.

La Pia Opera offre ospitalità per 90 giorni e agli anziani è richiesto il solo pagamento della quota alberghiera. In caso di situazioni di difficoltà economica, l’ente valuta anche la possibilità di dare accoglienza gratuita. Se le richieste di ospitalità aumenteranno, la solidarietà potrà estendersi anche ad altre strutture della Pia Opera. Al termine dei 90 giorni si valuteranno le situazioni caso per caso.

Per parte sua, l’associazione Uripa ha mobilitato le case di riposo venete sue associate per mettere posti a disposizione degli anziani emiliani.