Skip to content

Veneto – Integrato il finanziamento ai Piani locali per la domiciliarità

Con delibera 4251 del 30 dicembre 2008 la Regione Veneto ha deciso come ripartire i 22,8 milioni di euro giunti come parte spettante al Veneto del Fondo nazionale per la non autosufficienza.

Andranno a supportare i Piani locali per la domiciliarità delle singole Ulss, cui la Regione aveva già assegnato 85 milioni di euro con le delibera 1137/08 e 1921/08.

Dei 22,7 milioni di euro di cui sopra, 16,2 integreranno il finanziamento per l’assegno di cura; restanti 6,6 vengono ripartiti all’interno delle Ulss, in proporzione agli abitanti, per la promozione degli sportelli integrati, delle attività di sollievo alla famiglia, di collaborazione delle reti solidaristiche della comunità locale, delle progettualità sperimentali, e delle altre voci eventualmente indicate nei singoli Piani della Domiciliarità di cui alle dgr 39/06 e 1137/08, ad integrazione delle risorse già assegnate ed erogate con la 1137/08.

Di questi 6,6 milioni, il 60% verrà erogato dalla Regione a seguito di presentazione alla Direzione per i Servizi Sociali da parte delle Conferenze dei Sindaci e delle aziende Ulss della documentazione integrativa alla programmazione, e dopo l’approvazione di questa programmazione; il 40% verrà assegnato dopo il termine e la rendicontazione delle attività effettuate e comunque non oltre il 30 agosto 2010.

Da qui, registrandosi (è gratuito) a www.venetosociale.it, è possibile accedere alla delibera 4251 e agli allegati che precisano i finanziamenti a ciascuna Ulss o Comune.

Nessun commento ancora, aggiungi il tuo qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Uneba Lombardia fa ricorso contro la delibera della Regione sul blocco rette

Uneba Lombardia ha predisposto ricorso avverso la delibera della giunta regionale della Lombardia 1513/2023,e in particolare il punto
Leggi di più

Tariffe Rsa, il no di Uneba Piemonte al Patto proposto dalla Regione

“La remunerazione tariffaria dalla Regione Piemonte proposta non è compatibile né tantomeno sufficiente per garantire un modello di
Leggi di più

Samaritanus Care: ecco come gli enti Uneba possono trovare infermieri

Da lunedì 4 marzo 2024 gli enti associati Uneba e gli enti associati Aris hanno una nuova opportunità,
Leggi di più

“Perche’ sono in Rsa?” – Bugie e verità, corso gratuito con Uneba Varese

“Perché sono qui in Rsa? – chiede l’anziana accolta da poco –  Quanto tempo devo rimanere? Che malattie
Leggi di più

Nasce l’Osservatorio Cure Palliative con Uneba Lombardia

Nasce l’Osservatorio Cure Palliative. Ne sono fondatori Liuc Business School, Federazione Cure Palliative ed Uneba Lombardia Obbiettivo dell’Osservatorio
Leggi di più

Progetto di vita individuale per persone con disabilità – Corso Anffas

Ha il patrocinio di Uneba Veneto il corso di formazione gratuito “La progettazione individuale, personalizzata e partecipata per
Leggi di più

Il ricordo e la memoria nei percorsi dell’invecchiamento – Convegno

Sollecitare gli operatori che lavorano nei centri servizi per anziani a costruire percorsi di stimolo del ricordo e
Leggi di più

Don Gnocchi, Barbante confermato presidente

Don Vincenzo Barbante è stato riconfermato alla presidenza della Fondazione Don Gnocchi, ente associato Uneba, per il triennio
Leggi di più

Sponsor