Skip to content

Veneto – Ecco la nuova Svamdi

Venerdì 26 giugno è stata presentata la nuova Svamdi per la regione Veneto. Si tratta della Scheda di Valutazione Multidimensionale Disabili. Verrà usata in tutti i servizi per persone con disabilità della regione Veneto per valutare il grado di disabilità.

Mettiamo a disposizione nella parte riservata del sito la bozza di nuova Svamdi e assieme anche le slide degli interventi al convegno del 26 giugno.

Si è conclusa quindi la sperimentazione della Svamdi curata, assieme all’elaborazione della scheda medesima, dalla Regione Veneto assieme all’Opera don Calabria di Verona. La sperimentazione si è svolta nel 2008. La Svamdi era stata approvata con dgr 331/07 ed è costruita sulla struttura dell’ “International Classification of Functioning, Disability and Health” (Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute), approvata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Oltre all’omogeneità di giudizio e alla possibilità di valutazioni più precise che non la semplice divisione tra “medi” e “gravi”, secondo l’assessore al sociale della Regione Veneto Stefano Valdegamberi l’adozione della Svamdi permetterà anche di costruire progetti di vita individualizzati per le persone assistite e pure un risparmio per le casse regionali.

La scheda Svamdi è uno strumento per tutti gli operatori coinvolti nella presa in carico della persona con disabilità. Il programma formativo all’uso della Svamdi si svolgerà tra settembre 2009 e ottobre 2010 e comprende tre moduli formativi ed una consulenza on line. Gli incontri si svolgeranno presso il centro don Calabria e presso le singole Ulss. Il secondo modulo, in particolare, che si svolgerà da gennaio a giugno 2010, prevede il coinvolgimento anche di rappresentanti di realtà private che si occupano di assistenza alle persone con disabilità in convenzione con la Ulss, come è il caso di alcuni soci Uneba Veneto. Da settembre 2009 a ottobre 2010 è poi garantita consulenza via email sulla corretta compilazione della Svamdi. In uno degli allegati della parte riservata maggiori dettagli sul percorso formativo.

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Disturbi neurocognitivi, convegno Oic e Uneba Veneto

Costruire una buona prassi nella presa in carico dei disturbi cognitivi che sia condivisa tra tutti i servizi
Leggi di più

Anziani, cura, valori – Convegno Uneba a S.Giovanni Lupatoto, Verona

“Valori e valore nella cura della persona anziana – Etica e sostenibilità dei servizi, strategie di innovazione e
Leggi di più

Combinare sapore e benessere: la cucina per anziani alla Provvidenza

Mangiare bene è stare bene, la qualità dei pasti è qualità della vita. Il servizio di cucina è
Leggi di più

FVG – Retta Rsa, il contributo regionale salirà a 23,5 euro

Rette Rsa in Friuli Venezia Giulia, aumenta di 2 euro al giorno il contributo regionale per l’abbattimento della
Leggi di più

Crotone: gli enti Uneba garantiscono l’Adi, la Asp non li paga

Il servizio Adi (Assistenza domiciliare integrata) nella provincia di Crotone è vicino all’obiettivo del Pnrr di garantire prestazioni
Leggi di più

Regione Sicilia, Uneba nel Comitato per i servizi socio assistenziali

Predisporre schemi di convenzione, standard dei servizi socio assistenziali e piani di formazione del personale. Sono questi i
Leggi di più

Uneba: per la fragilità servono centri multiservizi e programmazione regionale

Il ruolo fondamentale del sociosanitario, ed in particolare degli enti non profit, nella servizi territoriali per le fragilità
Leggi di più

Settimana Sociale: curare i fragili è risanare la democrazia

“Al cuore della democrazia”, questo il tema della 50’ Settimana Sociale dei Cattolici in Italia svoltasi a Trieste
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care