Skip to content

Uneba – Sciopero Cgil del 13 febbraio: che fare?

Per venerdì 13 febbraio è previsto uno sciopero “generale” – riguardante cioè tutte le categorie ed i settori di attività – ma “parziale”, in quanto proclamato non da tutti i sindacati, ma dalla sola Cgil.

In adesione a quanto sopra, la Cgil-Funzione Pubblica ha esteso per la stessa giornata lo sciopero al settore socio-assistenziale, proclamandolo a: Legacoop – Federsolidarietà – Agci– Agidae – Anaste – Uneba – Aias – Anfas – Anpas – Abis – Misericordie d’Italia – Chiesa Evangelica Valdese.

Le motivazioni dello sciopero sono le seguenti:

  • rinnovo del Ccnl
  • effetti della l.133/08
  • riorganizzazione e riqualificazione dei servizi pubblici
  • contro le politiche di espulsione dal lavoro del personale precario
  • contro le politiche economiche del Governo

In merito alle motivazioni dichiarate, si rileva come il rinnovo del Ccnl non riguardi invero tutte le organizzazioni interessate, avendo alcune di esse già rinnovato il Contratto collettivo, mentre per altre – tra cui Uneba – le trattative sono in piedi. Quindi questa particolare motivazione del Ccnl è stata inserita allo scopo di ricondurre lo sciopero entro ambiti di maggiore legittimità.

Infatti, sulla base delle restanti motivazioni, si palesa un contrasto dello sciopero in questione con la sentenza della Corte Costituzionale n.1 del 9.1.1974, ove si dichiara non costituzionalmente garantito lo sciopero inteso ad incidere sugli indirizzi generali del Governo.

Confermiamo, in ogni caso, la nostra impostazione di principio, già enunciata in precedenti circostanze, secondo cui la proclamazione dello sciopero fatta all’Uneba non è valida, ma occorrono proclamazioni singole fatte a ciascun ente del settore, poiché la legge indica che la proclamazione va effettuata “agli enti erogatori dei servizi” e l’Uneba non è soggetto erogatore di servizi socio-assistenziali, né al livello nazionale né a quello regionale o provinciale.

Quanto sopra, nonostante un vago indirizzo della Commissione di Garanzia secondo cui sarebbe da ritenere valida la proclamazione fatta alle associazioni di categoria nel solo caso dello sciopero generale e nazionale. Indirizzo con il quale non siamo affatto d’accordo, poiché incombe comunque sui singoli enti associati la responsabilità di predisporre ed erogare a favore degli ospiti servizi minimi essenziali in occasione di sciopero, e senza una proclamazione singola e specifica gli stessi enti non sarebbero messi in condizione di far fronte a questa loro responsabilità.

Invitiamo pertanto gli enti associati Uneba ad attenersi alla procedura Uneba sullo sciopero, che abbiamo presentato qui.

Nessun commento ancora, aggiungi il tuo qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Progetto di vita individuale per persone con disabilità – Corso Anffas

Ha il patrocinio di Uneba Veneto il corso di formazione gratuito “La progettazione individuale, personalizzata e partecipata per
Leggi di più

Il ricordo e la memoria nei percorsi dell’invecchiamento – Convegno

Sollecitare gli operatori che lavorano nei centri servizi per anziani a costruire percorsi di stimolo del ricordo e
Leggi di più

Don Gnocchi, Barbante confermato presidente

Don Vincenzo Barbante è stato riconfermato alla presidenza della Fondazione Don Gnocchi, ente associato Uneba, per il triennio
Leggi di più

Lombardia – Dgr 1513, Regole, Piano sociosanitario: slide di Marchesi

“RSA: le Regole di sistema Regionali, la DGR 1513 e il Piano Sociosanitario Regionale” è il titolo della
Leggi di più

Blocco delle rette Rsa in Lombardia: profili di illegittimità

Il blocco agli aumenti delle rette di compartecipazione dell’utenza per le unità d’offerta stabilito da Regione Lombardia è
Leggi di più

Divieto di fattura elettronica per le prestazioni sociosanitarie

Prorogato per il 2024 il divieto di fatturazione elettronica per i soggetti Iva che effettuano prestazioni sanitarie e
Leggi di più

Rsa necessaria, Rsa accogliente – Le Iene a Casa Simonetti

Una madre novantenne,  Teresa, e un figlio malato di Parkinson, Bruno, in condizioni economiche e sociali fragili. Non
Leggi di più

In ricordo delle vittime del Covid, teatro con la Rsa Vaglietti Corsini

Mercoledì 21 febbraio 2024, anniversario della primo caso di Covid accertato in Italia, all’interno del convegno Uneba Bergamo,
Leggi di più

Sponsor