Skip to content

Uneba Napoli – “Il Comune eroghi presto agli enti Uneba il contributo della regione Campania”

La giunta della Regione Campania ha approvato una delibera che sblocca un contributo di 9 milioni di euro a favore del Comune di Napoli perché a sua volta stanzi i fondi a beneficio degli enti attivi nel sociale: istituti per anziani, semiconvitti e case famiglia.

In questo modo il Comune di Napoli comincerebbe a pagare quanto da tempo – oltre due anni- dovuto e non saldato agli enti associati Uneba che operano a favore di minori e anziani.

L’intervento della Regione è avvenuto a seguito dell’incontro del presidente di Uneba Napoli Lucio Pirillo con il sindaco di Napoli Rosa Russo Jervolino e l’assessore regionale alle politiche sociali Alfonsina De Felice di lunedì 1 marzo. Un incontro che è stato reso possibile dall’intervento dell’on. Alessandra Mussolini, presidente della Commissione parlamentare sull’infanzia, napoletana, e che era stata sensibilizzata al problema dei mancati pagamenti agli enti Uneba già in occasione della Conferenza nazionale sull’infanzia e l’adolescenza di novembre 2009.

La Regione ha sbloccato i fondi malgrado il Comune di Napoli non abbia ancora completato la rendicontazione di quanto ricevuto dalla Regione per le politiche sociali nel 2008 e 2009.

Questi 9 milioni di euro, in ogni caso, rappresentano solo una piccola parte di quanto il Comune deve agli enti Uneba – o meglio, alle persone che da questi enti sono assistite – dopo oltre due anni di mancati pagamenti. I 9 milioni di euro sono anche meno di quanto il Comune, con l’assessore ai servizi sociali Giulio Riccio, aveva promesso di pagare agli enti Uneba entro fine 2009.

I mancati pagamenti, come noto, hanno messo in grande difficoltà economica gli enti Uneba al punto che recentemente più di qualcuno si è visto addirittura costretto, pur nel dispiacere verso i bambini e ragazzi di cui si prende cura, a sospendere o limitare l’attività.

A maggior ragione quindi è fondamentale che il Comune eroghi con la massima rapidità agli enti le somme ricevute dalla Regione. A sottolineare questo punto e sollecitare questa attenzione è il presidente Pirillo, con un intervento che è stato ripreso anche dal lancio dell’agenzia di stampa Ansa che ritroviamo qui sotto.

WELFARE: NAPOLI; PIRILLO, VELOCIZZARE PROCEDURE ASSEGNAZIONE

L’ Uneba sollecita "gli uffici competenti di Comune e Regione al fine dell’immediata erogazione delle somme stanziate, velocizzando le procedure. Poiché il credito vantato dalle Strutture interessate è cospicuo ci auguriamo che ci siano ulteriori integrazioni al fine di far superare la fase critica che sta investendo il settore".

E’ quanto scrive, in una nota, il presidente dell’Uneba di Napoli, Lucio Pirillo, al termine dell’incontro avuto questa mattina insieme con l’onorevole Alessandra Mussolini con il sindaco di Napoli, Rosa Russo Iervolino e l’assessore regionale alle Politiche Sociali, Alfonsina De Felice, sulla situazione finanziaria degli istituti di assistenza e beneficenza che assistono circa 3000 minori della città e 800 anziani assistiti dagli Istituti aderenti.

L’assessore De Felice, riferisce il presidente Pirillo, "sensibile al problema, ha fatto approvare, ipso facto, un atto deliberativo per 9 milioni di euro da ripartire tra gli associati Uneba( minori ed anziani)e case-famiglia". (ANSA).

Nessun commento ancora, aggiungi il tuo qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Forum Non Autosufficienza a Bari, 5 proposte con Uneba Puglia

Cinque appuntamenti curati da Uneba Puglia nel Forum Non Autosufficienza Focus Puglia, in programma il 13 e 14
Leggi di più

Uneba Lombardia fa ricorso contro la delibera della Regione sul blocco rette

Uneba Lombardia ha predisposto ricorso avverso la delibera della giunta regionale della Lombardia 1513/2023,e in particolare il punto
Leggi di più

Tariffe Rsa, il no di Uneba Piemonte al Patto proposto dalla Regione

“La remunerazione tariffaria dalla Regione Piemonte proposta non è compatibile né tantomeno sufficiente per garantire un modello di
Leggi di più

Samaritanus Care: ecco come gli enti Uneba possono trovare infermieri

Da lunedì 4 marzo 2024 gli enti associati Uneba e gli enti associati Aris hanno una nuova opportunità,
Leggi di più

“Perche’ sono in Rsa?” – Bugie e verità, corso gratuito con Uneba Varese

“Perché sono qui in Rsa? – chiede l’anziana accolta da poco –  Quanto tempo devo rimanere? Che malattie
Leggi di più

Nasce l’Osservatorio Cure Palliative con Uneba Lombardia

Nasce l’Osservatorio Cure Palliative. Ne sono fondatori Liuc Business School, Federazione Cure Palliative ed Uneba Lombardia Obbiettivo dell’Osservatorio
Leggi di più

Progetto di vita individuale per persone con disabilità – Corso Anffas

Ha il patrocinio di Uneba Veneto il corso di formazione gratuito “La progettazione individuale, personalizzata e partecipata per
Leggi di più

Il ricordo e la memoria nei percorsi dell’invecchiamento – Convegno

Sollecitare gli operatori che lavorano nei centri servizi per anziani a costruire percorsi di stimolo del ricordo e
Leggi di più

Sponsor