Skip to content

Regione Liguria – Nuove tariffe per le strutture sociosanitarie

Con la delibera 640-2024 la giunta della Regione Liguria ha approvato riordino del sistema tariffario per la residenzialità e semiresidenzialità sociosanitaria extraospedaliera – l’ambito in cui operano molti enti associati a Uneba Liguria – attraverso la definizione di una metodologia di costi standard.

Attraverso la metodologia di costi standard (illustrata nell’allegato 1 sub A della delibera) si stabilisce una costo finale per ciascuno dei 35 servizi (negli ambiti anziani, dipendenze, salute mentale, disabilità).

Ecco come variano le tariffe in base alla dgr 640:
• Dal 1 luglio 2024 le tariffe devono essere pari al 90% del costo calcolato attraverso la metodologia dei costi standard (70% per le residente protette per anziani)
• Dal 1 gennaio 2025 le tariffe devono essere pari al 96% dello stesso costo (86% per le residente protette per anziani)
• Dal 1 gennaio 2026 applicazione delle tariffe esito della definizione del metodo di determinazione dei costi, cioè 100% del costo

La quota di compartecipazione base per il settore anziani, nelle strutture convenzionate, è di 54,6 euro al giorno, elevabile fino a 67,1 euro al giorno se gli enti offrono servizi aggiuntivi concordati con Comuni e Asl o se gli enti devono ottemperare agli aumenti dovuti ad adeguamenti contrattuali

L’allegato 1 sub C della delibera sintetizza le tariffe 2024 per ogni servizio, comprensive della quota di compartecipazione.

“Si tratta – spiega l’assessore alla sanità della Regione Liguria Gratarola in un comunicato stampa- di un primo passo verso un riordino generale del sistema della residenzialità socio sanitaria.
extraospedaliera ed è il risultato del tavolo tecnico sociosanitario, sincronizzato voluto da questo Assessorato con Enti gestori e sindacati”.

Il commento di Uneba Liguria

Uneba Liguria guarda con soddisfazione al provvedimento: non solo per il risultato ma anche per il cammino che ha portato a raggiungerlo, frutto di unità d’intenti tra gli enti gestori e poi della disponibilità al dialogo della Regione Liguria e di Alisa.
“E’ un provvedimento – dice il presidente di Uneba Liguria Giuseppe Grigoni – molto atteso, e che risponde ad una richiesta di adeguamento delle tariffe dei servizi socio sanitari che Uneba Liguria, assieme alle altre associazioni datoriali e ai Coordinamento di Settore, aveva espresso a Regione Liguria. Il percorso di dialogo è iniziato nel 2021 ,ma dalla primavera 2023 c’è stato un cambio di passo della Regione nel dialogo .
Apprezziamo, inoltre, la volontà di mettere in campo un metodo oggettivo per la determinazione delle rette. Sui criteri da adottare abbiamo trovato una convergenza, anche se non è stato facile individuare costi standard per 35 tipologie di differenti servizi socio sanitari”.

Sono comunque possibili ulteriori revisioni di alcune tariffe, in particolare per le situazioni in cui l’elevato carico assistenziale determina la necessità di presenza di personale superiore ai requisiti standard.

A inizio luglio Uneba Liguria organizza un webinar per gli enti associati per presentare i contenuti della delibera e il percorso che ha portato a questo risultato.

 

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Crotone: gli enti Uneba garantiscono l’Adi, la Asp non li paga

Il servizio Adi (Assistenza domiciliare integrata) nella provincia di Crotone è vicino all’obiettivo del Pnrr di garantire prestazioni
Leggi di più

Regione Sicilia, Uneba nel Comitato per i servizi socio assistenziali

Predisporre schemi di convenzione, standard dei servizi socio assistenziali e piani di formazione del personale. Sono questi i
Leggi di più

Uneba: per la fragilità servono centri multiservizi e programmazione regionale

Il ruolo fondamentale del sociosanitario, ed in particolare degli enti non profit, nella servizi territoriali per le fragilità
Leggi di più

Settimana Sociale: curare i fragili è risanare la democrazia

“Al cuore della democrazia”, questo il tema della 50’ Settimana Sociale dei Cattolici in Italia svoltasi a Trieste
Leggi di più

Servono infermieri e oss dall’estero per le Rsa. Come fare?

Mancano infermieri  e personale sanitario, a causa di errori di programmazione e più ancora a causa del calo
Leggi di più

Appello alla Regione Toscana: rivedere le tariffe del welfare

Per salvare il welfare in Toscana, serve che la Regione proceda a una revisione al rialzo delle tariffe
Leggi di più

La tecnologia al servizio della cura: convegno “A.I. & care” in sintesi

Tecnologia e assistenza, intelligenza artificiale e centralità della persona: questi i temi del convegno  del 21 giugno 2024
Leggi di più

Retta Alzheimer – La politica ascolta Uneba

Serve chiarezza sulle rette per l’accoglienza di malati di Alzheimer in struttura residenziale: le Rsa, al pari delle
Leggi di più

Sponsor

zucchetti health care