Tutti i dati sui minori passati dalle comunità residenziali della Regione Emilia Romagna sono raccolti nel “Libro bianco sulle strutture di accoglienza per minori nella regione Emilia Romagna”, che analizza i dati da 2011 a 2013.

La pubblicazione è a cura di Garante regionale dell’infanzia e dell’adolescenza, Procura della Repubblica presso il Tribunale dei minorenni dell’Emilia Romagna, Osservatorio infanzia e adolescenza della regione Emilia Romagna.

Qui di seguito e nelle tabelle a fondo pagina alcuni dati sull’accoglienza a minori estratti dal Libro Bianco.

Esistono in tutto 348 strutture, di cui 108 comunità socioeducative. Più del 20% delle strutture è in provincia di Bologna.

Al 31 dicembre 2012, in Emilia Romagna ci sono 1879 minori i comunità residenziale: per il secondo anno di seguito il numero degli accolti diminuiva.

Il 40% degli inserimenti è in comunità residenziale. Gli inserimenti in pronta accoglienza, che durano solo pochi giorni, sono il 6%.

Sono stranieri il 53% degli ospiti, la loro presenza è particolarmente alta nelle strutture di pronta accoglienza.

Il 20% dei minori è un minore straniero non accompagnato.

Il 45% dei minori ha una permanenza in comunità di meno di un anno, il 13% vive in comunità da più di 4 anni.

Su 1879 minori ce ne sono 685 che sono in comunità residenziale assieme alla madre.

Il 25% dei minori dimessi nel 2012 ha avuto un rientro in famiglia, il 15% è stato trasferito in un’altra comunità, il 10% si è reso autonomo (ad esempio perchè maggiorenne), il 7% è stato affidato ad un’altra famiglia.

LA TABELLE

minori 0

minori01

minori1

minori2

perche escono

perche escono

minori dove collocati