C’è tempo fino al 9 febbraio per l’invio dei dati relativi alle spese sanitarie del 2015, attraverso il Sistema Ts, all’Agenzia delle Entrate, che li utilizza per preparare il 730 precompilato per i cittadini.

Il termine originario era il 31 gennaio. L’Agenzia delle Entrate ha annunciato la proroga con suo comunicato stampa del 21 gennaio.

L’adempimento può riguardare anche strutture sanitarie e sociosanitarie (qui ad esempio le indicazioni della Regione Emilia Romagna a Uneba regionale) ma la situazione non è ancora ben definita, come testimonia ad esempio la richiesta di chiarimenti inviata da Uneba Veneto alla Regione Veneto.