Skip to content

Sindrome da alienazione genitoriale: che cos’è, che cosa può fare l’operatore.

Oltre novanta persone, cioè tante quante ne poteva ospitare la struttura, per un virtuale “tutto esaurito”, hanno partecipato sabato 8 maggio a Conegliano (Tv) al seminario di studio sulla sindrome da alienazione parentale organizzato dall’associato Uneba Fondazione Figli Maria Antonietta Bernardi, comunità d’accoglienza per minori.

Mettiamo a disposizione qui sotto, oppure trovate qui, l’intervento del neuropsichiatra infantile veneziano Lodovico Perulli, dedicato alla sindrome da alienazione genitoriale (PAS), che si verifica a quando il bambino con genitori separati rifiuta categoricamente il soggiorno presso uno dei due genitori. Si parla di PAS però in base a precisi criteri clinici: il semplice verificarsi della situazione non è sufficiente.

 Le cinquantotto slide presentano:

  • Origine della nozione di sindrome da alienazione genitoriale:
  • Chi causa il rifiuto di uno dei due genitori: il genitore che viene rifiutato dal bambino, l’altro genitore, il bambino stesso? In che modo?
  • Le possibili, e quasi sempre multiple, cause del rifiuto
  • Gli effetti psicologici sul bambino
  • Cosa possono fare gli operatori: la presa in carico multidisciplinare
  • Alcuni consigli per gli operatori

Trovate qui, inoltre, un documento di sintesi su che cos’è la PAS, come si manifesta in forme lievi moderate e gravi, quali nei vari casi gli approcci psicoterapeutici; ma le otto pagine trattano anche di come situazioni legate a questa sindrome impattano sulla realtà giuridica italiana: dalle norme sull’affidamento condiviso, che possono generare terreno (purtroppo!) fertile per la sindrome alle poche pronunce giurisprudenziali in materia. Il documento è a cura della volontaria di Fondazione Bernardi Martina Prevedello.

Nessun commento ancora, aggiungi il tuo qui sotto!


Aggiungi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

HAI DOMANDE O DUBBI?

I commenti dei lettori sono benvenuti. Dopo un rapido controllo, li pubblicheremo tutti, tranne quelli che contengono insulti o non hanno a che fare con Uneba. Uneba non può prendersi l’impegno di rispondere a tutti i commenti.

Agli enti in regola con la quota di adesione all’Uneba offriamo un servizio di assistenza gratuita sull’applicazione del contratto Uneba: è necessario inviare il proprio quesito a sail@uneba.org. Come da Regolamento Uneba, non sarà data risposta a quesiti provenienti da singoli lavoratori.

Potrebbe interessarti

Forum Non Autosufficienza a Bari, 5 proposte con Uneba Puglia

Cinque appuntamenti curati da Uneba Puglia nel Forum Non Autosufficienza Focus Puglia, in programma il 13 e 14
Leggi di più

Uneba Lombardia fa ricorso contro la delibera della Regione sul blocco rette

Uneba Lombardia ha predisposto ricorso avverso la delibera della giunta regionale della Lombardia 1513/2023,e in particolare il punto
Leggi di più

Tariffe Rsa, il no di Uneba Piemonte al Patto proposto dalla Regione

“La remunerazione tariffaria dalla Regione Piemonte proposta non è compatibile né tantomeno sufficiente per garantire un modello di
Leggi di più

Samaritanus Care: ecco come gli enti Uneba possono trovare infermieri

Da lunedì 4 marzo 2024 gli enti associati Uneba e gli enti associati Aris hanno una nuova opportunità,
Leggi di più

“Perche’ sono in Rsa?” – Bugie e verità, corso gratuito con Uneba Varese

“Perché sono qui in Rsa? – chiede l’anziana accolta da poco –  Quanto tempo devo rimanere? Che malattie
Leggi di più

Nasce l’Osservatorio Cure Palliative con Uneba Lombardia

Nasce l’Osservatorio Cure Palliative. Ne sono fondatori Liuc Business School, Federazione Cure Palliative ed Uneba Lombardia Obbiettivo dell’Osservatorio
Leggi di più

Progetto di vita individuale per persone con disabilità – Corso Anffas

Ha il patrocinio di Uneba Veneto il corso di formazione gratuito “La progettazione individuale, personalizzata e partecipata per
Leggi di più

Il ricordo e la memoria nei percorsi dell’invecchiamento – Convegno

Sollecitare gli operatori che lavorano nei centri servizi per anziani a costruire percorsi di stimolo del ricordo e
Leggi di più

Sponsor